Ecco come a Fasano continua la vergognosa pratica del lancio del sacchetto

Cronaca Prima Pagina

Se fosse una disciplina olimpica, noi fasanesi avremmo portato l’oro a casa da un pezzo

FASANO – C’è anche un vecchio frigorifero tra le decine e decine di sacchi di spazzatura e di rifiuti di ogni genere disseminati lungo via Fascianello, strada che dall’ex mercato ortofrutticolo conduce alla stazione ferroviaria. Tra muretti a secco e mandorli in fiore, è facile imbattersi in uno scenario pietoso del nostro territorio. E non è l’unico, perché di sacchi di spazzatura abbandonati ce ne sono in diversi angoli del nostro comune, come ad esempio tra la diramazione della statale 172 e la Polimedica.

Quello che portiamo all’attenzione del lettore, con questa galleria fotografica, è solo la punta dell’iceberg. Questa sembra essere la situazione più critica da qualche giorno, perché la presenza di sacchi di rifiuti (soprattutto organico o comunque spazzatura casalinga) è aumentata a dismisura ai bordi della strada. Per non parlare del singolare lancio dei sacchetti oltre il muretto a secco, nei campi adiacenti, oramai divenuta una vergognoda disciplina olimpica tutta fasanese.

Alle spalle degli ex Oleifici Italiani, invece, da un paio di giorni è presente un vecchio frigorifero, buttato via senza alcun ritegno. E’ singolare come qualcuno, in passato, abbia affisso – in quella zona – anche un cartello rudimentale con il quale si invita la gente a non abbandonare rifiuti, poiché la zona sarebbe videosorvegliata.

Nonostante l’introduzione delle isole ecologiche, a Fasano invece di differenziare c’è chi continua a disfarsi dei rifiuti raggiungendo le zone periferiche, a volte anche percorrendo diversi chilometri, gettandoli in piazzole a ridosso della carreggiata o nei terreni, o addirittura a bordo della strada, rischiando anche che qualche sacco finisca in mezzo all’arteria facendo correre pericolo agli automobilisti. Uno scempio infinito.

Tagged

3 thoughts on “Ecco come a Fasano continua la vergognosa pratica del lancio del sacchetto

  1. Il pessimismo non ha mai vinto nessuna battaglia,purtroppo è sempre tempo di cumuli di rifiuti in alcune zone del territorio e anche di sacchetti di qualsiasi tipo e colore sparsi agli angoli delle strade cittadine da parte di incivili e furbetti che rifiutano il rispetto del vivere civile approfittando dell’impunità.L’Amministrazione ha fatto meritevolmente e indiscutibilmente la sua parte,nel migliore dei modi,per il conferimento dei rifiuti nel porta a porta,nelle isole ecologiche e nel centro comunale di raccolta.Ma il giudizio positivo della maggioranza dei cittadini diventa indignato quando vede che, nonostante tutte le favorevoli possibilità, è costretto a lanciare sempre la stessa occhiata di disprezzo verso scenari derivanti da inciviltà e maleducazione difficili da contrastare.

  2. Sono anni che segnaliamo scempi simili nella contrada citata nel testo. L’unica cosa non chiara è come mai non si installino delle telecamere di sorveglianza per individuare e multare i colpevoli. La soluzione c’è, è molto semplice, ma evidentemente non vi è la volontà di procedere.

  3. Qui si menziona solamente gli incivili che gettano l’immondizia sulle strade, ma vogliamo parlare anche di come si comportano molti incivili sulle strade??? Suggerimento : perchè non si chiedono in prestito dei vigili urbani da altri paesi e che non conoscono nessuno, che facciano rispettare veramente il codice stradale nella città?? Suggeritelo al Sig. Sindaco, potrebbe essere una buona idea per ottenere dei buoni risultati e anche alle casse del comune . La città sta diventando invivibile, SUGGERITELO grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *