Serie D, un grande Fasano rende piccolo un Taranto incapace di reagire

Calcio Prima Pagina

Il derby del “Curlo” premia i locali che sfoderano una ripresa incandescente – FOTOCRONACA

FASANO – Una ripresa a tutta birra dei biancazzurri manda al tappeto un Taranto che ha provato nel primo tempo a sbloccare la partita, ma senza riuscirci. Un Fasano capace di stringe i denti nella prima fazione e poi mette fuori tutta la sua qualità nel secondo tempo mandando al tappeto gli jonici. Una prestazione esemplare dei locali con il punteggio che non rende a pieno quando accaduto in campo, dato che nella ripresa si è visto solo il Fasano ed un Taranto in balia dei locali che ha rischiato di portare a casa un punteggio ancora più pesante. La rete di Prinari ha aperto le danze, ma ci pensa Cavaliere, con un eurogol, a far esplodere i 2000 del “Curlo”.
Una vittoria che lancia al terzo posto il Fasano che adesso segue la capolista a quattro punti e continua pensare ad una salvezza tranquilla, ma senza dimenticare che la vetta è più vicina.

Il tecnico di casa conferma il 4-4-2 con Prinari e Diaz avanti

Al pronti via il tecnico di casa Laterza conferma il modulo tattico 4-4-2 con in avanti Prinari e Diaz, non apportando particolari novità rispetto a domenica scorsa. Nel cerchio di centrocampo c’è Ganci e Schena, mentre sulle fasce il capitano Serri e il bomber Corvino.

Non poche novità per Panarelli per un 4-2-3-1 con Genchi punta

Risponde il tecnico jonico Panarelli con un 4-2-3-1 che vede come terminale offensivo il cannoniere Genchi, per una formazione riveduta e corretta rispetto all’ultima uscita con a ridosso della punta D’Agostino, supportato sugli esterni da Oggiano e Masi, mentre nel cerchio di centrocampo va Cuccurullo e Stefano Masi.

In avvio grande pressing del Taranto ma senza sbocchi

In cronaca il primo acuto arriva al 13’ dai piedi di Cuccurullo che al volo dal limite chiama la difesa alla deviazione provvidenziale in corner. La risposta dei locali arriva dai piedi di Corvino che al 22’ dalla distanza prova la conclusione a rete, ma senza successo. Sulla pressione degli ospiti al 24’ Pedicone deve chiudere in corner sulla pressione di Oggiano. Pressing asfissiante del Taranto con il Fasano arroccato in difesa pronto per le ripartenze. I locali provano ad alleggerire la pressione con Corvino al 34’, su calcio da fermo dal limite, ma la palla finisce alta sulla traversa.

L’esultanza per il gol del raddoppio siglato da Cavaliere
Nella ripresa Prinari e Cavaliere non lasciano scampo

Nella ripresa avvio arrembante dei locali che al 5’ passano in vantaggio al termine di una ripartenza bruciante con Rizzo che ha servito per Corvino, bravo a dare in profondità per Prinari che ha insaccato a due passi dalla porta. Ancora Fasano al 9’ con Corvino, su suggerimento di Forbes, non trova la porta da ghiotta posizione. Il Taranto traballa ed un minuto dopo incassa un tiro velenoso di Prinari dal limite con palla fuori. Gli ospiti ci prova al 19’ con D’Agostino con un tiro centrale che è facile preda di Suma. Al 22’ grande giocata del neoentrato Cavaliere che colpisce la traversa a portiere battuto. Galoppata di Forbes al 32’ con palla in area spedita in corner da Ferrara. Il raddoppio è servito sul successivo corner con Cavaliere che si esibisce in una rovesciata che non lascia scampo a Sposito. Al 45’ Favetta prova un tiro a giro con palla di poco fuori. In pieno recupero rosso diretto per D’Agostino per un fallo a centrocampo e Taranto che resta in dieci.

(fotoservizio Mario Rosato)

Il tabellino della gara

Us Città di Fasano-Taranto Fc 1927: 2-0 (0-0)
Reti: 5’ s.t. Prinari (F), 33’ s.t. Cavaliere (F).
Us Città di Fasano: Suma, De Vitis, Pedicone, Ganci, Rizzo, Gonzalez, Serri (7’ s.t. Gomes Forbes), Schena (30’ s.t. Bernardini), Diaz, Corvino, Prinari (18’ s.t. Cavaliere). All. Laterza. A disposizione Rizzitano, Sisto, Pittelli, Titarelli, Lanzone, Cochis Millicay.
Taranto Fc 1927: Sposito, Benvenga, Ferrara, S. Manzo, L. Manzo (21’ s.t. Guaita), Allegrini, Oggiano (31’ s.t. Favetta), Cuccurullo, Genchi (38’ s.t. Croce), D’Agostino, Masi (16’ s.t. Marino). All. Panarelli. A disposizione Giappone, De Letteriis, Pelliccia, Matute, De Caro.
Arbitro: Lovison di Padova.
Note: Spettatori 2000 circa di cui 250 provenienti da Taranto. Espulso al 49’ s.t. D’Agostino (T). Ammoniti Genchi (T), Serri (F), Ganci (F), De Vitis (F), Cavaliere (F), Favetta (T), Rec. p.t. 1’; s.t. 5’.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *