Villa Comunale, il Comune “strappa” la collaborazione con l’Halveare

Attualità Prima Pagina

La tentata riqualificazione, adesso, verrà gestita interamente dagli uffici comunali

FASANO – “Nella riunione di Giunta di ieri, abbiamo deciso di tagliare un nodo che per motivi non dipendenti dalla nostra volontà non si riusciva a sciogliere: abbiamo revocato la convenzione con il programma “L’Halveare” e deciso di realizzare in autonomia la riqualificazione della Villa comunale.”

Ad annunciarlo è il sindaco Francesco Zaccaria. La villa, ad oggi, continua ad essere in uno stato di totale degrado ed abbandono, mira di vandali e completamente priva di controlli. Sono anni che si trascina questo rimpallo tra Comune e Halveare e oggi, pare, si è giunti ad una estrema soluzione: interrompere la collaborazione.

“Da anni – continua il primo cittadino – la questione si trascinava fra mille difficoltà e lungaggini: l’ultimo ostacolo è stato il rifiuto da parte dell’associazione-partner di firmare la convenzione con il Comune e la loro richiesta di altri 15.000 euro, dopo i circa 50.000 euro già spesi dai contribuenti fasanesi fra il 2015 e il 2016 per l’acquisto dei giochi e un contributo già concesso.

Adesso ci pensiamo noi: abbiamo incaricato il Settore lavori pubblici del Comune di dare attuazione al progetto esecutivo che abbiamo approvato il mese scorso; in particolare, facciamo confluire la totale ristrutturazione dei punti-luce della Villa nella convenzione con la Consip per la gestione della pubblica illuminazione. I nostri tecnici stanno già lavorando per avviare il più velocemente possibile l’opera e dare finalmente alle famiglie fasanesi quello che aspettano da troppo tempo.”

Novità anche per le politiche giovanili. “In tema di politiche per i ragazzi – annuncia Zaccaria – abbiamo anche deliberato l’istituzione di uno sportello di assistenza psicologica presso la Scuola media “Bianco-Pascoli”, come già positivamente sperimentato a dicembre negli Istituti di Pezze di Greco e Montalbano: l’iniziativa, fortemente orientata al contrasto del cyberbullismo fra gli adolescenti, viene da noi sostenuta anche attraverso la fornitura di materiale didattico per gli studenti e i loro insegnanti.”

Lascia un commento