Fra oriente e modernità, così Yorokobi si rinnova puntando all’eccellenza firmata Sebastiano Gioioso

Prima Pagina Pubbliredazionale

Da pochi giorni inaugurata la sala lounge del noto locale fasanese in stile fusion-giapponese

PUBBLIREDAZIONALE – Una proposta culinaria fusion che ci trasporta in oriente, pur mantenendo gli elementi classici e genuini della cucina italiana. È questo Yorokobi, noto locale inaugurato lo scorso anno nel centro di Fasano, che ha da subito portato freschezza e novità, con un menù variegato di sushi che va dal “nigiri special di gambero rosso” ai “roll di tonno e capasanta”, senza dimenticare i più classici “hosomaki” e “poke”. Prelibatezze per ogni palato, che trasportano la cucina giapponese sulla nostra tavola, in un’atmosfera dall’eccellenza firmata ancora una volta Sebastiano Gioioso. Il locale del noto imprenditore fasanese ha deciso dunque di rinnovarsi, con nuove scelte nel menù come la “robata”, una proposta di pesce o carne alla griglia.

Ma la novità più grande riguarda l’apertura, avvenuta poche settimane, di una nuova, elegante e spaziosa sala adiacente al ristorante: uno spazio confortevole, dotato di cucina a vista, dov’è possibile assaporare a pranzo e a cena la freschezza del pescato locale, lavorato secondo la tradizione orientale. Un luogo dove inoltre, nel fine settimana, si svolgono serate musicali all’insegna dei generi più variegati – dal jazz allo swing, dal cantautorato italiano alla musica internazionali – per accompagnare i clienti in quella che diviene una vera e propria esperienza sensoriale. Assaporare il buon pesce, in maniera del tutto informale, in un luogo dotato di poltrone confortevoli: i clienti di Yorokobi potranno dunque gustare un aperitivo di sushi abbinato ad uno special drink elaborato sul momento, in una situazione più “easy e informale” rispetto alla classica formula già proposta nella sala ristorante. Degno di nota è il banco organizzato con cucina a vista dove oltre a consumare la proposta Yorokobi, in alcune occasioni speciali è inoltre possibile usufruire della formula Omakase (che significa “fidarsi dello chef”), in cui lo chef prepara una degustazione particolare per gli ospiti che lo gradiscono.

“Puntiamo ancora una volta all’eccellenza – afferma Sebastiano Gioioso, fondatore di Yorokobi – che in quest’ultimo anno ha già rappresentato con le proposte uniche per la cucina fusion orientale, attirando molti fasanesi e non solo. L’apertura della nuova sala non è che un ulteriore passo all’insegna della modernità, frutto di quella particolare attenzione che riserviamo a tutti coloro che gradiscono la nostra proposta, la condividono e che, soprattutto, ne fanno un vero e proprio stile di vita”.

Qui il menu e tutte le altre informazioni:Yorokobi

Tagged