Ex ospedale Umberto I, un imbarazzante epilogo: la denuncia di Raffaele Trisciuzzi

Attualità Prima Pagina

FASANO – Letti ammassati, in un totale stato di degrado ed abbandono. E’ questa la scena che si presenta al quarto piano dell’ex ospedale Umberto I di Fasano, ormai ridotto praticamente ad un deposito. A denunciarlo è il consigliere comunale Raffaele Trisciuzzi (Movimento 5 Stelle), che a mezzo della sua pagina ufficiale Facebook, attacca l’Amministrazione comunale e quelle che definisce “comparse di questa triste farsa politica”. Più volte Trisciuzzi, soprattutto in Consiglio comunale, ha denunciato lo stato del nosocomio fasanese.

“Qui doveva sorgere l’ospedale di comunità da 20 posti letto più 10 pediatrici 2 anni fa. 11 milioni di euro – scrive il consigliere – per ristrutturare e convertire il PTA (?). Letti ammassati e abbandonati, mentre i nostri familiari vengono deportati in tutta la Puglia anche per ricevere le cure più elementari. Questo è l’emblema della sanità a Fasano, in attesa della seconda pietra del “nuovo” ospedale. Uno schiaffo in faccia ai malati, alla storia e alla dignità della nostra Cittá.”

Il consigliere invita i cittadini ad unirsi e fare squadra contro tale scempio. “Andatelo a raccontare ai novelli paladini della sanità locale – sottolinea – al sindaco, ai medici della maggioranza e a tutte le comparse di questa farsa politica. Proporrò una mozione per chiedere azioni urgenti, e per restituire a Fasano i servizi che ci spettano per contratto. Ho bisogno del vostro aiuto. Superiamo questa indifferenza – conclude il consigliere – e cerchiamo di rialzare la testa.”

Ci ritroviamo tutti quanti a fare il tifo per la realizzazione, nei tempi prestabiliti, del nuovo ospedale, ma sarebbe forse il caso che chi di dovere faccia luce sull’epilogo di questa triste vicenda. D’altra parte è di soldi pubblici che stiamo parlando.

Lascia un commento