Fasano celebra l’amore con il “Gran Ballo Storico di San Valentino”

Cultura e Spettacolo Prima Pagina

L’evento, nel programma di “Io Amo a Fasano”, si è svolto in Sala di Rappresentanza: Piazza Ciaia ha accolto i partecipanti allestita a tema

FASANO – L’evento “Io Amo a Fasano”, ideato dall’assessore alle attività produttive Luana Amati, è diventato un appuntamento atteso per celebrare la festa dedicata all’amore. All’interno del programma dell’iniziativa, giunta alla terza edizione, si è svolto ieri il “Gran Ballo Storico di San Valentino” organizzato da Arianna Boselli e Gianluca Lacirignola nella Sala di Rappresentanza. Piazza Ciaia ha accolto i partecipanti con un allestimento curato da “Luminarie d’arredo” degli articgiani Nicola e Donato Neglie: le installazioni di cuori e di luci sono state la cornice ideale per gli scatti degli innamorati. Il “Gran Ballo di San Valentino” e “Io Amo a Fasano” diventano così due occasioni per destagionalizzare il turismo fasanese, vista la partecipazione di figuranti provenienti dai paesi limitrofi e del pubblico che ha potuto vivere la città: i vincitori del ballo in costume hanno ricevuto inoltre premi donati da attività fasanesi.

Questo evento, presentato da Marco Mancini, è riuscito grazie alla collaborazione di associazioni del territorio, unite nella promozione di un appuntamento che celebra l’amore da intendersi non soltanto come vita di coppia, ma anche come rispetto degli altri e della propria città. Ad affiancare gli organizzatori sono stati “Serata con Maria Antonietta”, “Comitato Giugno Fasanese”,  “Timpanisti Fajanensis” e “Signori Patruno”.

Il quartetto d’archi Notae ad Animam ha invece pensato alla musica che ha accompagnato le esibizioni. I partecipanti, infatti, hanno danzato sulle note della Traviata, per esempio, e proclamato poesie d’amore di Neruda. Suggestivo è stato il Minuetto eseguito dai ballerini della scuola danza “Aries dance studio” di Anna Rosa Laguardia su musica di Boccherini. “Serata con Maria Antonietta” ha inoltre proposto l’interpretazione di “Pettegolezzi d’amore” scritta da Tonia Argento, coinvolgendo il pubblico in una atmosfera tipica delle ambientazioni a Versailles alla corte della regina di Francia.

Ospiti della serata in Sala di Rappresentanza, direttamente dal Carnevale di Venezia i vincitori dell’ultima edizione, i signori Marco Patruno e Annamaria Marziale accompagnati da Antonio Patruno, Chiara Greco e Antonella Rogondin in abiti curati in ogni dettaglio e raffinati.

Al termine della sfilata di tutti i partecipanti, sono stati consegnati i premi “Coppia Gran Ballo Storico di San Valentino”, “Premio eleganza”, “Acconciatura più estrosa”, “Premio bellezza” e “Premio Maschera più bella Gran Ballo Storico di San Valentino”, a cui ha fatto seguito la consegna di menzioni speciali vista l’originalità dimostrata dai presenti nel pensare al proprio costume. La giuria è stata composta dalle giornaliste Angelica Sicilia e Ilaria Potenza, dall’assessore Luana Amati e dal consigliere comunale Antonella Schena.

“Il messaggio dell’amore non è un mero pensiero romantico – afferma Luana Amati – ma vuole evidenziare come possa e debba influenzare positivamente la società”.

A seguire il Fotoservizio realizzato da Mario Rosato.

Tagged

Lascia un commento