Tiro a volo, Saladino e compagni infallibili agli Italiani di Fossa Olimpica

Secondo Piano Sport

La squadra “Spalluto” della polizia municipale si conferma ai vertici nazionali

CASTIGLIONE DEL LAGO (PG) – Il tiratore fasanese Nuccio Saladino si laurea campione italiano assoluto della Fossa Olimpia, al termine del recente campionato delle polizie municipali tenuto nella cittadina abruzzese. Il gruppo sportivo “Spalluto” della polizia municipale di Fasano ha lasciato il segno sul campo di Tiro a volo Trasimeno di Castiglione del Lago, nell’ultima prova del campionato italiano dedicato alle polizie locali. La kermesse di Fossa olimpica, sulla distanza di 125 piattelli più finale, e Compak-Trap 1, su 100 piattelli complessivi, è giunta alla 53esima edizione e si è tenuta nel secondo week-end di settembre registrando in gara 40 tiratori in uniforme giunti da ogni parte dello Stivale.

I finalisti della Fossa Olimpica per l’Assoluto

La specialità di Fossa olimpica ha visto i concorrenti sfidarsi su due giorni, con 75 piattelli al debutto ed il resto nelle 24 ore successive. Al via i portacolori della società fasanese Saladino, Cosimo Caroli, Michele Moscato, Vito Musa e Peppino Ostuni che non si sono fatti intimorire dai quotati Alessandro Lince, Giovanni Esposito e Giancarlo Boccacci, giusto per citarne qualcuno. Una gara decisa all’ultimo tiro che permetteva al cecchino fasanese Saladino di accedere alla finale per ulteriori 50 piattelli per stabilire il campione assoluto della disciplina. I migliori si sono sfidati fino agli ultimi colpi a propria disposizione con il tiratore fasanese Saladino che ha siglato 10/10 nell’ultima serie, mettendo alle corde l’ultimo sfidante Lince ed aggiudicandosi il titolo di campione italiano Assoluto di Fossa olimpica.

Gradino più alto del podio anche per Caroli

Gradino più alto del podio anche per Caroli che si è affermato nella Categoria Terza, strappando il nuovo titolo di campione italiano. Un apporto decisivo per la squadra in rappresentanza della Puglia, composta anche da Moscato, Musa e Ostuni, che si è piazzata al terzo posto. Non è tutto. Un week-end da incorniciare per Saladino che ha centrato, nella successiva finale, quella di Compak-Trap 1, un nuovo primo posto, mandando al tappeto nuovamente Lince, il suo eterno rivale della competizione abruzzese.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *