Serie D, Il Fasano supera il Granata con una cinquina di reti

Secondo Piano Sport

I biancazzurri debuttano con il piglio giusto nella prima del nuovo anno

Us Città di FasanoGranata: 5-0 (0-0)
Rete: 10’ s.t., 45’ s.t. Forbes (C), 34’ s.t. Bernardini (C), 36’ s.t. Serri (C), 41’ s.t. Mambella (C),
Us Città di Fasano: Guarnieri, Mambella (43’ s.t. Angelini), Pugliese, Ganci (36’ s.t. Cobo), Rullo, Colombatti, Serri, Bernardini (40’s.t. Tuttisanti), Gomes Forbes, Corvino (27’ s.t. Gori), Montaldi (40’ s.t. Richella). All. Laterza. A disposizione Suma, Anglani, Diop, Giannotti.
Granata 1924: Marino, Del Prete (47’ s.t. Paudice), Bianco (24’ s.t. Conte), Prevete, Falivene (1’ s.t. Mattera), Rinaldi, Gargiulo, Tufano, Castagna, Calemme, Arciello (7’ s.t. De Crescenzo). All. Morra. A disposizione De Gennaro, Sorrentino, Della Monica, Buonocore, Iodice.
Arbitro: Faraon di Conegliano.
Note: Spettatore 400 circa. Ammonizione Bernardini (C), Falivene (G), Ganci (C), De Crescenzo (G), Marino (G), Mambella (C). Rec. p.t. 2’; s.t. 5’.

FASANO – I biancazzurri si impongono sul fanalino di coda del Granata dopo un secondo tempo scoppiettante. I campani reggono solo nella prima frazione, complice anche un’Us Città di Fasano frettolosa di voler chiudere subito la pratica. Nella ripresa la strigliata del tecnico Laterza negli spogliatoi permette ai locali di ritornare in campo con una maggiore determinazione e voglia di giocare palla a terra. Ci pensa Forbes a rompere il ghiaccio ed per i biancazzurri arriva la giusta serenità per rimpinguare il proprio bottino e centrare una vittoria che fa morale e classifica.
In gara il tecnico di casa opta per Pugliese come esterno basso, lasciando in panca Diop, mentre a centrocampo ritorna Bernardini in coppia con Ganci nel cerchio di centrocampo. In attacco recupera Montaldi che in abbinamento con Forbes Gomes va a delineare il modulo tattico 4-4-2.
Rispondono gli ospiti con un modulo 3-5-2, nel giorno del debutto del tecnico Morra, giunto sulla sponda del calcio campano per l’operazione salvataggio. Riconferma in avanti per l’under Arciello e Castagna, mentre alle loro spalle c’è Calemma a dare supporto, come terminale avanzato di un centrocampo folto.
In cronaca al 7’ su cross di Corvino arriva l’incornata di Montaldi con la palla che scheggia la parte superiore della traversa. Punizione dei locali al 19’ con Serri che scodella a centro per la testa di Forbes, ma quest’ultimo non trova la giusta coordinazione per battere a rete. Ancora una punizione dei locali al 37’ con Corvino che serve per la testa di Colombatti, ma il portiere Marino si supera chiudendo in corner. Padroni di casa sono ancora pericolosi al 42’: Corvino, servito da Montaldi, non trova il guizzo vincente per superare Marino in scivolata tra le sue gambe. Sullo pari a reti bianche si va negli spogliatoi.
Nella ripresa ghiotta occasione per il Fasano al 3’ con Montaldi che da buona posizione spedisce alto un cross dalla destra di Serri. Il vantaggio è servito al 10’ con una spizzicata di Forbes, su punizione Corvino, con palla a beffare il portiere di casa. Ancora pericolosi i padroni di casa al 17’ con Serri che da posizione defilata spedisce alto sulla traversa. Pericolo per la difesa di casa un minuto più tardi con Mattera che prova il contropiede, ma non trova la finalizzazione. Nuova punizione per i biancazzurri al 19’ con Corvino che impegna dalla distanza Marino. Si scaldano gli animi in campo ed al 23’ e l’arbitro ammonisce Marino e Mambella per reciproche scorrettezze. Buona giocata di Serri al 28’ con cross a centro per Forbes che non trova il guizzo vincente sotto porta. Il raddoppio è servito al 34’ con un’azione in profondità di Montaldi con Bernardini che si fa trovare pronto alla deviazione vincente. Non c’è neanche il tempo di esultare che arriva il tris con Serri che anticipa l’uscita del portiere, concretizzando un cross di Ganci. La quaterna è servita al 41’ con Mambella che di testa insacca su un angolo di Gori dalla sinistra. Sullo scadere Forbes cala la doppietta personale spedendo in rete un assist dalla destra di Richella.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *