Serie C Femminile, la corazzata Basket Fasano ad un passo dal salto di categoria

Basket Secondo Piano Sport

La Gara 1 dei play-off promozione premia le ragazze di coach Monopoli che vanno a segno

La basket Fasano mostra subito i muscoli in Gara 1 della finalissima play-off mandando al tappeto la Dinamo Taranto (71-39) al termine di un match che si commenta ampiamento nello stesso risultato emerso dal campo. Una vittoria schiacciante per le ragazze di coach Gianluca Monopoli che mette subito in discesa la promozione in serie B, considerato che nella sfida di ritorno, in programma lunedì 23 maggio in trasferta, avrà dalla sua il primo match point per chiudere la disputa. Le ragazze joniche di coach Fabio Palagiano promettono battaglia, nella speranza di recuperare a pieno tutta la rosa, alla luce dell’assenza di peso di Alesssandra Ciminelli nella prima uscita della decisiva sfida della Final four. Un’assenza che diventa un parziale attenuante per la Dinamo Taranto per una battuta d’arresto pesante un’affermazione netta della Basket Fasano che potrebbe già scatenare i pronostici per una promozione da centrare già alla prima chiamata.

In gara l’equilibrio è durato poco con un primo parziale che ha già mostrato lo strapotere delle padrone di casa, il resto è venuto a seguire con il riposo lungo che ha portato le biancazzurre in vantaggio con un eloquente +18 (36-18). Sugli scudi la solita Valentina Siccardi, ma non è stata da meno Francesca Lacitignola. Adesso testa al prossimo impegno per brindare al meritato salto di categoria da subito.

ll tabellino della gara

Basket Fasano-Dinamo Taranto: 71-39
(22-10; 14-8; 20-8; 15-13)
Basket Fasano: Malerba, Spagnulo 1, Laera 13, Liuzzi, Tagliamento 10, Mangione 9, Lacitignola 14, Giorgio 3, Siccardi 15, Gismondi 4, Monopoli, Furone 2. All. Monopoli.
Dinamo Taranto: Viesti, Galleggiante, De Pace 7, De Nitto, Capriulo 5, Gobbi 8, De Bartolomeo 3, Catapano Minotti 2, Conte, Montanero 6, Molino 8, Basta. All. Palagiano.
Arbitri: Laveneziana di Monopoli e Lauria di Calimera.

(Fotogallery by Mario Rosato)

Tagged