Serie A Beretta, Junior Fasano a lavoro nel week-end degli Azzurri

Pallamano Sport

Fermo il campionato per l’impegno della nazionale alle qualificazioni Euro 2020

FASANO – Un’altra settimana di riposo imposto per la Junior Fasano, dopo il doppio stop dettato dalla positività al Covid-19 di alcuni atleti biancazzurri che ha portato al rinvio delle gare con il Salumificio Riva Molteno, in esterno, ed a seguire con il Pressano, tra le mura amiche. Nel week-end gli occhi della pallamano nazionale saranno puntati sull’impegno degli Azzurri del cittì Riccardo Trillini che dovranno vedersela con i vice-campioni del mondo della Norvegia, per una sfida valida per la qualificazione ad Euro 2022. Il fischio d’inizio è fissato per domani (domenica 8 novembre) alle ore 18, sul parquet del Paolo Giovanni II di Pescara, con diretta televisiva su Sky sport arena.

Francesco Ancona, coach Junior Fasano
Ripresi gli allenamenti per la Junior Fasano

Per quanto riguarda la Junior Fasano sono ripresi gli allenamenti, dopo l’ultimo ciclo di test che non ha evidenziato altre situazioni di positività al Covid-19, fermo restando i due atleti che, comunque, sono sulla strada della negativizzazione. Per i biancazzurri si guarda al prossimo impegno esterno, quello di Bressanone, in programma sabato prossimo, a distanza di pochi di giorni dal recupero di Molteno, valido per la nona giornata, programmato per mercoledì 18 novembre. Ancora non si sa nulla sull’altro recupero, anche se la Federazione ha comunicato che i calendari della serie A Beretta potrebbero subire variazioni in virtù proprio delle numerose gare non giocate a causa della pandemia in corso.

Vito Fovio, portiere Junior Fasano
Nuovo protocollo sanitario della Figh

In merito negli scorsi giorni è stato varato il nuovo protocollo sanitario relativo alla pandemia da Covid-19, organizzato dalla Figc in collaborazione con la costituenda Lega Pallamano rappresentata, nello specifico, da Angelo Dicarolo e Luca Zadra in occasione della conference call che ha coinvolto tutti i capitani delle 28 squadre, maschili e femminili, impegnate nella serie A Beretta. Nel dettaglio, a partire già da questa settimana, tutti gli atleti e tecnici delle compagini partecipanti al massimo campionato saranno sottoposti a test antigenico con cadenza settimanale, in modo tale che si possa proseguire nella massima sicurezza dei tesserati e degli addetti ai lavori. Secondo regolamento nel prosieguo della stagione ogni ulteriore rinvio di una gara potrà essere richiesto solo con più di tre atleti risultati positivi al Covid-19 in una tornata di test.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *