Tim cup, Non basta una doppietta di Corvino per centrare l’impresa a Bolzano

Calcio Secondo Piano
I tifosi biancazzurri scaldano gli spalti del “Druso” ma la qualificazione resta in Alto Adige

Fc Sudtirol-Us Città di Fasano: 4-2 (1-0)
Reti: 8’ p.t. Morosini (S), 9’ s.t. Romero (S), 18’ s.t., 38’ s.t. Corvino (F), 28’ s.t. Ierardi (S), 44’ s.t. Mazzocchi (S).
Fc Sudtirol (4-3-1-2): Cucchietti; Ierardi, Polak, Vinetot, Fabbri; Tait, Berardocco, Morosini (10’ s.t. Petrella); Casiraghi (24’ s.t. Gatto); Romero (39’s.t. Mazzocchi), Rover. All. Vecchi. A disposizione Taliento, Colucci, Proietto, Turchetta, Mlakar, Alari, Trovade.
Us Città di Fasano (4-4-2): Guarnieri; Mangione, Lorusso, Rizzo (33’ s.t. Panebianco), Diop; Serri (37’s.t. Luca Notaristefano), Ganci, Schena, Corvino; Diaz, Cochis (10’ s.t. Gomes Forbes). All. Laterza. A dispozione Suma, Angelini, Scardicchio, Pedicone, Tisci, Lanzone, Matteo Notaristefano.
Arbitro: Kumara di Verona.
Note: Spettatori 300 circa di cui un centinaio provenienti da Fasano. Ammoniti Mangione (F), Corvino (F).

BOLZANO – Non basta l’impegno ai biancazzurri per avere ragione di un avversario di alto rango e decisamente più avanti nella preparazione atletica, con una settimana in più di ritiro. Il debutto storico nella Tim cup galvanizza i ragazzi del tecnico Giuseppe Laterza che hanno dato tutto per provare a contrastare gli avversari, ma hanno dovuto pagare dazio anche al cospetto di un avversario più tecnico e con una prestanza atletica di non poco conto. Nella sfida valevole come primo turno ha la meglio la Fc Sudtirol.

La formazione dell’Us Città di Fasano (Ufficio stampa Fc Sudtirol)
Un buon banco di prova per una squadra ancora in rodaggio

Una sconfitta che lascia degli spunti importanti per il tecnico e la stessa società in ottica Coppa Italia, ma questa volta quella di serie D, ed ovviamente il campionato. Occorre un maggiore affiatamento nella parte centrale del campo, mentre in avanti solo il tempo potrà mettere in evidenza le qualità dei due attaccanti, quando i meccanismi con la squadra saranno più rodati.

Il solito bomber Vincenzo Corvino

Sugli scudi il solito Vincenzo Corvino, sua la doppietta di ottima fattura, ma anche l’incontenibile Ivan Gomes Forbes che ha dato una svolta quando è entrato in campo, con la sua velocità e la determinazione di creare scompiglio nella difesa di casa.

Fasano, una piazza che merita questi palcoscenici
I tifosi biancazzurri sugli spalti del “Druso”

Infine una sconfitta che premia ugualmente un Fasano che ha avuto il merito di portarsi al seguito un centinaio di tifosi, a dimostrazione di come la fede biancazzurra non ha distanze e riesce a contagiare anche coloro che sono al Nord o all’estero per lavoro.

In cronca: il Sudtirol con il 4-3-2-1 ed il Fasano con il 4-4-2

In gara poche le novità della vigilia con il tecnico di casa Vecchi che ripropone gli stessi andati in campo nella sfida con il Sassuolo, rispecchiando il modulo tattico 4-3-1-2, mentre l’allenatore biancazzurro prova a cambiare qualcosa in difesa, rispetto all’amichevole, con la coppia centrale Lorusso e Rizzo per un modulo tattico 4-4-2.

Le due squadre in campo (Ufficio stampa Fc Sudtirol)
Un primo tempo che premia i padroni di casa

In gara i padroni di casa pigiano subito sull’acceleratore ed il vantaggio è servito su calcio di punizione dal limite con Morosini che manda nell’angolo incustodito, superando Guarnieri. Ancora padroni di casa al 10’ con Romero, ma da buona posizione manda la palla fuori. Il Fasano si fa vivo al 18’ con Corvino che scodella a centro per Rizzo che di testa spedisce di poco fuori. Sale in cattedra l’esterno di centrocampo che 3 minuti più tardi per poco non beffa l’estremo difensore di casa. Nuovamente pericolosi i padroni di casa, corre il 27’, che con Rover provano la conclusione dal limite, ma senza successo. Due minuti più tardi, Tait rifornisce in area dalla destra Romero, la cui girata di prima intenzione viene respinta da Guarnieri. Al 38′ il tiro del solito Romeo sbatte sul braccio di Lorusso, ma l’arbitro fa segno di proseguire. Vicino al raddoppio il Sudtirol con Morosini che al 41’ colpisce l’incrocio dei pali.

Nel secondo tempo il Fasano prova l’impresa

Nella ripresa il raddoppio è servito al 9’ con Casiraghi, servito da Ierardi, che mette a centro per Romero che sfodera un tap-in vincente. Reazione rabbiosa del Fasano che con Corvino insacca al 18’ con tiro potente in piena area che finisce sotto la traversa, per il 2-1.. Ristabilisce le distanze il Sudtirol al 28’ con Ierardi che di testa spedisce in rete il cross di Fabbri. Fasano mai domo ed ecco che ancora Corvino che accorcia le distanze: corre il 38’ il tornante biancazzurri si incunea in area e spedisce la palla in rete per il 3-2. Finale incandescente con gli altoatesini che archiviano la qualificazione con Mazzocchi, al termine di un’azione personale, per il definitivo 4-2.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *