Trofeo Santi Medici, il fasanese Balestra mette tutti in fila

Secondo Piano Tennis

Ottima prestazione per il tennista della Sc Fasano del maestro Tramontano

ALBEROBELLO – Ottimo risultato per il tennista fasanese Daniel Balestra (4.1) che si è imposto nel Trofeo dei Santi Medici di Alberobello, competizione dedicata ai giocatori di IV categoria. La competizione si è conclusa lunedì scorso, disputandosi sui campi in mateco del Circolo tennis “Dal Monte di Alberobello. 

Il giovane tennista, tesserato per lo Sc Fasano e allenato dal maestro Antonio Tramontano ed il suo staff, si è aggiudicato il trofeo mostrando un ottimo tennis sia a livello tecnico-fisico che tattico-mentale. Balestra ha sconfitto nell’ordine: Nicola Biscotti (4.2) del Ct Alberobello per 6-4 6-1, Antonio Grassi (4.1) del Ct Cisternino per assenza, Oscar Panico (4.1) del Tc Fasano per 7-6 3-6 3-0 rit, Antonio Palmisano (4.1) del Ct Alberobello per 6-4 6-2. 

Una finale avvincente ha premiato il fasanese

L’alfiere dello Sc Fasano in finale ha dato il meglio di se sconfiggendo, dopo più di tre ore di match, l’esperto Claudio Giotta (4.1) del Ct Le Grotte Putignano (ex giocatore di III cat) per 7-5 5-7 6-3, mostrando una gran varietà di gioco fatta di accelerazioni, ma anche di solidità tattica. 

Soddisfazione per il maestro Tramonanto

“Sono molto soddisfatto – afferma Tramontano – dal livello di gioco espresso da Daniel, è un ragazzo che vive il tennis con dedizione e passione, pertanto si merita questa vittoria che va ad aggiungersi a quella ottenuta in quel di Cisternino nel mese di Luglio e a tutti gli ottimi risultati conseguiti in tutta l’estate che permetteranno il salto in III categoria per l’anno 2020”.

Il prossimo appuntamento per Balestra è il Trofeo Città di Putignano riservato ai giocatori di III e IV categoria che si svolgerà a partire dalla prossima settimana presso il Centro sportivo La Quercia di Putignano. Intanto, sono riprese a pieno regime le attività dello Sc Fasano presso la cornice del Timo’s Park, attività che vedono coinvolti sia i più piccoli, ma anche i più grandi agonisti e non.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *