Serie D1 a squadre, la Sc Fasano spera in una difficile salvezza

Secondo Piano Tennis

Quando manca una sola giornata al termine la permanenza è appesa ad un filo

BRINDISI – La Sc Fasano attende l’ultima giornata per il verdetto sulla permanenza nella serie D1 a squadre. Il pareggio conseguito nell’ultima uscita (2-2) sui campi in terra battuta del Ct Brindisi ha compromesso la corsa salvezza dei fasanesi. La Sc Fasano adesso detiene la quarta posizione a pari punti con il Calimera che domenica prossima affronterà in casa il fanalino di coda Gravina, mentre la compagine fasanese dovrà osservare un turno di riposo. Per centrare la salvezza la Sc Fasano deve sperare che il Gravina pareggi a Calimera.

Ritornando alla sfida di Brindisi emerge un’ottima prova di Antonio Tramontano (3.2) che ha avuto la meglio sul promettente Cristiano Trabacca (3.3) per 6/3 6/2. Il maestro fasanese partito un pò contratto a causa della superficie e del forte vento ha dato il meglio di sé nel secondo set dove ha davvero concesso poco. A seguire Donato De Pace (3.4) si è dovuto arrendere all’esperto Piero Cerasino (3.5), dopo più di due ore di gioco per 6/7 5/7 match dove il forte vento e un pizzico di sfortuna hanno condizionato maggiormente il fasanese. Battuta d’arresto anche per Giacomo Guarini (4.2) per mano di Riccardo Sardelli (4.1) per 1/6 2/6. Il punto del definitivo pareggio biancazzurro è giunto dalla coppia formata da Tramontano (3.2) e Pierluigi Ciani (3.5) che ha avuto la meglio sulla coppia brindisina formata da Cerasino (3.5) e Sardelli (4.1) per 6/3 6/1 esprimendo un buon livello di gioco nonostante la superficie avversa quale la terra rossa.

“Il nostro obiettivo pre-campionato – afferma il maestro Tramontano – era la salvezza o il quinto posto (utile per il ripescaggio) dato il livello delle squadre inserite nel nostro girone. Abbiamo vinto in casa la prima giornata contro il Gravina, perso a Tuglie (squadra candidata alla promozione in C) perso in casa con il Njlaya (altra squadra candidata alla promozione in C) avremmo potuto pareggiare in casa con il Bitritto ma i valori in campo e soprattutto le classifiche hanno influito. Infine, abbiamo pareggiato a Calimera su terra (gara dove ho subito un infortunio mentre ero in vantaggio e non ho potuto disputare nemmeno il doppio e ieri il pareggio esterno sempre su terra con il CT Brindisi. Ora siamo quarti con quattro punti assieme al Calimera che domenica prossima affronterà in casa il fanalino di coda Gravina mentre il nostro team domenica prossima osserverà il turno di riposo. Per salvarci il Gravina dovrebbe pareggiare a Calimera ma è molto difficile. Fondamentale è arrivare in quinta posizione utile per il ripescaggio in D1”.

Tagged