Serie D, l’Us Fasano non trova scampo contro un Nardò più incisivo

Calcio Secondo Piano

Nella settima giornata i biancazzurri pagano dazio ad un avversario più tonico FOTOSERVIZIO

FASANO – Si decide sullo scadere una gara che ha visto un Nardò decisamente più in palla, capace di sfoderare un buon primo tempo, non concedendo quasi nulla ai padroni di casa. La rete in pieno recupero dello svedese Tornros non è stato un caso, dato che il Nardò non ha mai rinunciato a giocare neanche con un uomo in meno, dopo l’espulsione di Massari nella ripresa. Per i biancazzurri l’apporto dell’ultimo arrivato Stracqualursi, al suo debutto fin dal primo minuto, non ha dato spessore ad un attacco decisamente da rinventare. Resta l’amarezza per la sconfitta e la costatazione che bisogna lavorare, e tanto, per cercare una quadratura in ottica salvezza.

L’azione che ha decretato la vittoria degli ospiti
Ospiti con Caputo in campo fin dal primo minuto

Gli ospiti del tecnico Danucci puntano sul modulo 4-4-2 con bomber Caputo fin dal primo minuto, optando per un’attacco composto da Gallo e Massari.

I biancazzurri puntano su Stracqualursi

Il tecnico di casa Catalano getta nella mischia fin dal primo minuto l’ultimo arrivato, l’attaccante Stracqualursi. Il modulo è sempre il 4-3-3 con Nardarevic e Lanzone a completare la linea avanzata.

Nel primo tempo Suma salva la porta biancazzurra

In cronaca parte a spron battuto il Nardò che mostra un maggiore possesso palla, ma la difesa biancazzurra si chiude bene. Al 20’ Caputo prova l’azione personale, ma i locali chiudono in corner. Ancora ospiti in azione al 22’ con Scialpi che cerca la conclusione da limite, ma non trova la giusta coordinazione con palla alta sulla traversa. Ghiotta occasione per gli ospiti al 25’ con Scialpi che supera con un tiro in diagonale Suma, ma la palla impatta sul palo, complice una tocca provvidenziale del portiere di casa. Punizione dalla distanza di Scialpi al 26’ con la girata in porta di De Giorgi che chiama agli straordinari Suma per salvare la propria porta. Al 39’ Nadarevic chiama al primo intervento Milli che con i pugni libera l’area. Russo al 42’ salva in corner un diagonale velenoso di Sepe. Si alza la bandierina del fuori gioco al 44’ per invalidare la deviazione vincente di De Giorgi, su cross di Scialpi.

Il Nardò non molla e trova la rete sullo scadere

Nella ripresa non cambia nulla nello scacchiere delle due squadre. Il Nardò riprede da dove aveva lasciato continuando a pressare la difesa biancazzurra. Al 5’ Semiao Granado prova la girata i porta, su suggerimento di Cancelli, ma la palla si spegne sul fondo. Caputo non trova la girata in rete al 13’ su suggerimento dalla distanza di Cancelli. I locali si riaffacciano in area ospite al 17’ con Narese che chiama all’incornata Stracqualursi per la facile parata di Milli. I granata restano in dieci al 19’per la doppia ammonizione di Massari. Contropiede per gli ospiti al 40’ con il neoentrato Potenza che impegna dall’out di sinistra il portiere Suma con i pugni. Il vantaggio ospite è servito sui titoli di coda al 46’ con il tiro da fuori di Tornros, sugli sviluppi di un calcio di punizione che aveva visto la precedente respinta del portiere Suma su deviazione sottoporta di De Giorgi.

(fotoservizio Mario Rosato)

Il tabellino della gara

Us Città di Fasano-Ac Nardò: 0-1 (0-0)
Rete: 46’ s.t. Tornros (N).
Us Città di Fasano: Suma, De Carolis (29’ s.t. Vogliacco), Brescia, Monaco, Cassano, Russo, Lanzone (29’ s.t. Trovè), Narese, Stracqualursi (20’ s.t. Cavaliere), Nadarevic (12’ s.t. Gaetani), Bernardini (15’ s.t. Lugo Martinez). All. Catalano. A disposizione Caccetta, Angelini, Difino, Amoruso.
Ac Nardò: Milli, Mengoli, Stranieri, Cancelli, Semiao Granado (9’ s.t. Tornros; 47’ s.t. Romeo), Scialpi (41’ s.t. Zappacosta), Caputo (32’ s.t. Potenza), Sepe, De Giorgi, Massari, Gallo. All. Danucci. A disposizione Mirarco, Romeo, Palazzo, Valzano, Politi, Lamacchia.
Arbitro: Palmieri di Conegliano.
Note: Espulso al 19’ Massari (N) per doppia ammonizione. Ammoniti De Giorgi (N), Bernardini (F), Cassano (F), Narese (F). Rec. p.t. 0’, s.t. 5’.

Tagged

Lascia un commento