Serie D, l’Us Fasano fa harakiri e il Gelbison passa al “Curlo”

Calcio Secondo Piano

I biancazzurri si svegliano solo sul finale ma è troppo tardi – FOTOCRONACA

FASANO – Il Gelbison si conferma l’unica squadra imbattuta del campionato, portando a casa l’intera posta in palio e confermando l’invidiabile primato d’imbattibilità del portiere. Il Fasano non riesce a mostrare il proprio gioco e paga dazio di fronte ad un avversario ben ordinato in campo e capace di svolgere a pieno il proprio compito. La rete arriva nella ripresa su un goffo calcio di punizone, con la complicità del portiere di casa, ma la reazione del Fasano è stata sterile.

Il Fasano non sfonda mancando di gioco offensivo

I padroni di casa devono recitare il mea culpa per aver concesso, ancora una volta, un’intero tempo ed oltre agli avversari, mostrando qualche buona azione solo nella ripresa, ma la foga di dover recuperare il gol ha complicato l’impresa. La girandola di sostituzioni ha dato qualcosa in più sul piano del gioco, ma resta una spiccata sterilità offensiva per superare un avversario che ha giocato di rimessa, schierando spesso tutte i giocatori dietro la palla.

Gli ospiti puntano sul 3-5-2 con il riforzo di De Gregorio in difesa

Il tecnico Martino punta su un modulo 3-5-2 che in fase di non possesso vede scivolare nelle retrovie De Gregorio a dare manforte alla linea arretrata. In avanti la coppia Tandara e Varela.

Il tecnico Laterza cambia solo sull’esterno di centrocampo

L’allenatore di casa Laterza risponde con il classico 4-4-2, con l’unica novità di Lanzone sull’esterno di centrocampo, mentre in avanti la solita coppia composta da Diaz e Forbes.

Un primo tempo alla camomilla con gli unici acuti sullo scadere
La punzione di Corvino che si infrange sulla barriera

In cronaca al 1’ invocano il rigore gli ospiti per presunto fallo di mano di Rizzo su tiro di Cassaro, ma per l’arbitro è tutto regolare. Ancora ospiti in azione al 13’ con Tandara che impegna Suma con un debole tiro in diagonale. Ci prova Diaz al 25’ con un gran tiro da fuori, ma Cassaro si immola con la deviazione in corner con il petto. Sul successivo corner D’Agostino è costretto ad intervenire su tiro beffardo di Corvino direttamente dalla bandierina che stava finendo in rete. Punizione dal limite dei campani al 34’ con Zurlo che impegna Suma in uscita. Lampo biancazzurro sullo scadere con Zurlo che anticipa Diaz per la deviazione vincente sotto porta, su cross millimetrico di Corvino. Occasione ancora per il Fasano in pieno recupero con Forbes che si fa anticipare al momento del tiro.

Il vantaggio degli ospiti arriva su punzione

In avvio Fasano prova a sbloccare su calcio da fermo, ma i due tiri nel giro di pochi minuti non sortiscono l’esito sperato. Al 10’ il neoentrato Cavaliere si vede deviata in corner un tiro dalla corta distanza. Ganci impegna al 13’ D’Agostino da fuori area con la deviazione in corner del portiere. Punizione dal limite di Corvino al 19’ con la respinta di D’Agostino. Fasano vicino al gol al 21’ con Serri che cross al centro per la deviazione di testa di Cavaliere, ma il portiere si salva come può. Vantaggio a sorpresa del Gelbison al 30’ con Uliano che direttamente su punizione spedisce la palla in rete, non esente da colpe il portiere di casa. Al 34’ deve intervenire D’Agostino per sventare il tiro di Serri dalla destra. Manca il raddoppio il Gelbison al 40’ con De Simone che non approfitta di uno svarione difensivo. In pieno recupero il Fasano colpisce il palo in mischia a portiere battuto.

L’esultanza dei giocatori della Gelbison dopo il gol
Il tabellino della gara

Us Città di Fasano-Gelbison: 0-1 (0-0)
Rete: 30’ s.t. Uliano (G).
Us Città di Fasano: Suma, De Vitis, Diop (9’ s.t. Scardicchio), Ganci, Rizzo, Gonzalez, Lanzone (9’ s.t. Cavaliere), Bernardini (37’ s.t. Titarelli), Diaz, Corvino (27’ s.t. Prinari), Gomes Forbes (20’s.t. Serri). All. Laterza. A disposizione Rizzitano, Lorusso, Mangione, El Kabbou.
Gelbison: D’Agostino, Caruso, Cassaro, De Gregorio, Diop (11’ s.t. Esposito), Zurlo (11’ s.t. Scognamiglio), Passaro (28’ s.t. De Simone), Uliano, Varela, Orlando (19’ s.t. Pipolo), Tandara (1’ s.t. Maio). All. Martino. A disposizione Napolitano, Zanghi, Giobbe, Santosuosso.
Arbitro: Lipizer di Verona.
Note: Spettatori 1000 circa. Ammoniti Bernardini (F), Forbes (F), Uliano (G), Rizzo (F), Cassaro (G), Pipolo (G). Rec. p.t. 2’; s.t. 4’.

(fotoservizio Mario Rosato)

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *