Serie A1, La Junior frena la marcia del Pressano e spera ancora nei play-off

Pallamano Secondo Piano

Una buona prestazione di Knezevic e compagni permette di mandare al tappeto la seconda forza del torneo FOTOSERVIZIO

Acqua&sapone Junior Fasano-Pressano: 21-19 (10-8)
Acqua&sapone Junior Fasano: Fovio, Messina, De Santis, Radovcic (1), Venturi (3), Corcione, Angiolini (2), Pugliese, Bargelli, Bronzo (6), Donoso (4), Knezevic (5). All. Ancona.
Pressano: Alessandrini (1), Argentin, Bolognani, D’Antino (5), Dallago (6), Dedovic (2), Di Maggio (3), Folgheraiter, Giongo (1), Moser Nicola (1), Sampaolo, Chistè, Facchinelli, Moser Matteo. All. Fadanelli.
Arbitri: Di Domenico e Fornasier.

FASANO – La Junior Fasano trova le giuste motivazioni affrontando il Pressano, seconda della classe, e mette a segno una vittoria che tiene ancora accesa la fiammella della lotta per l’aggancio alla quarta posizione, ultimo posto valido per la disputa dei play-off. Il distacco dalla zona spareggi resta invariato con una sola lunghezza dal Cassano Magnago, uscito vittorioso dalla trasferta di Bressanone (23-24), ma già nel prossimo turno c’è la sfida di Conversano. Siamo all’ottava di ritorno ed ogni gara diventa determinante per perseguire un obiettivo prefissato.

Una vittoria meritata con Knezevic e Donoso sugli scudi

Una vittoria giunta al termine di una buona prova con un punteggio basso che esalta la tenuta di entrambe le difese, ma allo stesso tempo condanna l’operato in seconda fase delle due squadre. La Junior Fasano ha trovato una buona quadratura difensiva, ma in attacco ha peccato in alcune fasi cruciali, trovando il guizzo vincente nell’ottima prestazione di Knezevic, in particolare nel primo tempo, mentre nella ripresa si è visto un buon Donoso, sia in difesa che in attacco. Un plauso particolare va al giovane Bronzo che ha mostrato molta freddezza nel concretizzare da posizione angolata nei momenti topici della sfida.

Ospiti orfani del trascinatore coach Dumnic hanno stentato

Per gli ospiti si è sentita l’assenza in panca del trascinatore Dumnic, ancora in patria per problemi familiari, mentre in campo pur emergendo delle buone trame difensive, si è notato la scarsa vena per il gol di Dedovic, mentre Dallago ha retto l’urto dei padroni di casa come ha potuto, supportato dal furetto centrale D’Antino.

In gara determinante il break 5-0 dei fasanesi nella prima frazione

In gara l’avvio è di marca trentina correndo sull’asse Dallago-D’Antino (1-3) al 9’, mentre i locali ci hanno messo 10’ per mostrare la reazione e che reazione: un break di 5-0 per il sorpasso (6-3). Il massimo vantaggio arriva al 14’ (8-4) con Knezevic, ma prima dell’intervallo gli ospiti accorciano con Dedovic, entrato in gara in corso, fino al -2 dall’aggancio (10-8).

Nella ripresa reazione dei trentini e Bronzo fa la voce grossa
L’ala Umberto Bronzo al tiro

Nella ripresa reazione rabbiosa dei trentini con un break di 3-0 che riporta il Pressano con la testa in avanti al 4’. Ci pensa Donoso a dare la scossa ai biancazzurri ed infila una doppietta nel giro di 2’ per il nuovo sorpasso, poi Bronzo completa l’opera segnano il +2 (13-11) al 6’. Inizia al fase ad elastico con gli ospiti che accarezzeranno il pari a lungo, ma senza riuscirci, colpa anche di una difesa di casa ben quadrata. L’allungo deciso arriva al 25’ con il +3 (20-17), con Angiolini e Bronzo a segno, che spezzerà definitivamente gli equilibri assegnando la posta in palio ai locali.

Notarangelo salta per un incidente stradale in itinere

Una vittoria che fa classifica e morale, arrivata alla vigilia del derby pugliese che vale ben oltre la posta in palio. Per la cronaca non è stato sfilato all’ultimo istante Notarangelo dalla distinta alla luce di un incidente stradale accorso al giocatore mentre giungeva a Fasano da Putignano, per lui tanta paura e niente di grave, ma i soliti accertamenti medici di rito lo hanno tenuto lontano dalla sfida.

L’ex Pranijc presente in tribuna per tifare Junior e non solo

In tribuna era presenta il croato Darko Pranijc, vecchia conoscenza dei tifosi biancazzurri per aver vestito la maglia della Junior Fasano nel passato, rimasto molto vicino alla squadra e sempre più impegnato nel ruolo di procuratore e punto di riferimento per il sodalizio fasanese per il mercato degli stranieri.

(fotoservizio Mario Rosato)

Junior Fasano-Pressano

Immagine 1 di 17

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *