Serie A1, la Junior Fasano supera in casa il Trieste ed accorcia sulla zona play-off

Pallamano Secondo Piano

La seconda di ritorno registra la vittoria interna dei biancazzurri al termine di una gara sofferta FOTOCRONACA

FASANO – La Junior Fasano ritorna alla vittoria in campionato, superando tra le mura amiche il Trieste (29-26) nella seconda giornata di ritorno. Una gara sofferta per i ragazzi di coach Ancona che hanno pagato dazio nella prima frazione, andando al riposo sotto di una rete, ma nella ripresa è arrivata la svolta in positivo. La Junior Fasano ha puntato sulla velocità per mettere alle corde un Trieste che si è presentato in formazione completa, potendo contare anche sull’ultimo arrivato, l’ala destra Mustapic. Sul fronte interno i biancazzurri hanno dovuto fare i conti con l’assenza di Beharevic, mentre Knezevic e Messina non erano al top della propria forma.

I biancazzurri accorciano sulla zona play-off

Una vittoria preziosa in chiave play-off per la Junior Fasano che accorcia in classifica agganciando l’Alperia Merano all’ottavo posto, ma per differenza scontri diretti resta ancora fuori dalla zona spareggi. Un passo avanti non indifferente che rende il campionato biancazzurro avvincente, dopo quest’avvio del girone di ritorno caratterizzato dal pari di Merano, nello scorso turno, e la vittoria odierna interna con il Trieste.

La grinta di capitan Flavio Messina
Una prima frazione di marca Trieste

In gara parte bene il Trieste che al 3’ registra il primo allungo del match con un +3 (0-3) che lascia a secco i padroni di casa, sfruttando le giocate dello sloveno Fidel, sua una doppietta di peso. La Junior cerca di ritornare in partita e deve attendere il 13’ per il primo pari (5-5), dopo un mini break che corre sulle giocate di Angiolini e Pignatelli. Gli ospiti non mollano e ritornano a registrare il nuovo +3 (6-9) al 17’, sfruttando l’ottimo momento di Radojkovic. Sempre Pignatelli sfodera le sue armi al 21’ per il nuovo pari (10-10). Si innesca un punto a punto che vede il Trieste spuntarla sullo scadere di tempo con il +1 (13-14) ad opera di Fidel e Di Nardo.

Francesco Ancona, coach Junior Fasano
Nel secondo tempo la Junior si impone in velocità

Nella ripresa avvio sprint dei locali che sfoderano un break di 3-0 che gli permette di portarsi sul +2 (16-14) al 2’, con il primo vantaggio Junior della partita che arriva con le giocate di Notarangelo e l’evergreen Messina. Il +3 è servito al 6’ (18-15) con Knezevic, ma il distacco è destinato a lievitare ulteriormente con il +6 (21-15) al 11’, grazie alla finalizzazione di Angiolini. La gara si incanala sui giusti binari anche se il Trieste cerca di riaprirla a più riprese, ma senza successo. Il distacco non scende mai sotto il +2 per i locali ed al suono della sirena è festa sugli spalti di un rumoroso pubblico di casa.

Il tabellino della gara

Junior Fasano-Trieste: 29-26 (13-14)
Junior Fasano: Angeloni, Angiolini (3), Bargelli (1), Colella, Paolo De Santis, Leo De Santis (1), Errico (1), Grassi, Knezevic (1), Messina (3), Notarangelo (5), Palmisano, Pavani, Pignatelli (8), Pugliese (6), Vinci. All. Ancona.
Trieste: Di Nardo (1), Fidel (2), Grosu, Hrovatin, Mustapic (4), Alex Pernic (2), Popovic (3), Radojkovic (9), Sandrin, Valdemarin (1), Visintin (3). All. Carpanese.
Arbitri: Carrino e Pellegrino.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *