Serie A1, la Junior Fasano contro la capolista Siena si ferma ad un buon approccio

Pallamano Secondo Piano

I biancazzurri fanno tremare i toscani per 7 minuti e poi non riescono a concretizzare

SIENA – Nulla da fare per la Junior Fasano sul campo della Ego Siena (37-30), la capolista indiscussa del campionato che viaggia a punteggio pieno. Nella sesta giornata non basta l’impegno ai biancazzurri per portare a casa un risultato positivo perché i toscani hanno avuto il merito di metterci tutta la qualità di una squadra costruita per vincere lo scudetto per superare una Junior Fasano all’arma bianca.

Un plauso a capitan Flavio Messina e compagni che hanno mostrato un avvio arrembante con un superlativo Zeliko Beharevic che ha permesso alla squadra di balzare in avanti, spingendo i locali a sudare le proverbiali sette camicie per avere ragione dell’avversario di turno. Non basta una partenza ottima per mettere alle corde un Ego Siena che ha saputo rispondere sfruttando a meraviglia le solite amnesia in attacco degli ospiti che hanno aperto autentiche praterie per i contropiedi, dove l’ex di turno Demis Radovcic ha fatto il bello ed il cattivo tempo.

Terza sconfitta di fila per i biancazzurri

Al Palaestra di Siena arriva la terza sconfitta di fila per una Junior Fasano che resta ferma a quattro punti in classifica ed aspettando il ritorno in maglia biancazzurra del centrale Marko Knezevic ora ha a disposizione due settimane, alla luce della pausa del campionato, per lavorare sodo, cercando di quadrare il gioco, alla ricerca di quella continuità che al momento sta mancando.

Coach Ancona, dobbiamo lavorare sodo

“Dobbiamo lavorare sodo – afferma il tecnico Francesco Ancona – perché le reti degli avversari sono nate da errori grossolani in avanti che hanno consentito di giocare sul velluto in contropiede. Contro avversari di questa portata non puoi permetterti questi lussi”.

In gara si decide tutto nel primo tempo

In cronaca un avvio arrembante dei biancazzurri che con Messina e Beharevic hanno messo alle corde i locai per 7’ minuti, rifilando un break di 4-0 arrivando a segnare 2-6. La risposta rabbiosa dei locali si concretizzava con un controbreak di 5-0 con Radovcic che consentiva alla Ego Siena di mettere la testa avanti per la prima volta al 14′ (7-6). Il punto a punto che nè scaturiva successivamente si spezzava sullo scadere di tempo con i locali che sfruttavano le giocate del solito Jacob Nelson per andare al riposo sul rassicurante +5 (18-13).

Nella ripresa dopo appena 2 minuti arriva il +7 (20-13), massimo vantaggio dei locali fino a quel momento. Un vantaggio che è lievitato fino al +10 (26-16) all’8’ con Kasa, sfruttando le solite ripartenze su errori della Junior Fasano in seconda fase. Per la Junior Fasano la gara è già chiusa prima del suono della sirena.

(fotoservizio di Paolo Lazzeroni per Fb.com Ego Handball Siena)

Il tabellino della gara

Ego Siena-Junior Fasano: 37-30 (18-13)
Ego Siena: Amato (1), Andrea Bongianni, Edoardo Bongianni, Bronzo (4), Caldarelli, Dal Medico, Florio, Fovio, Kasa (6), Leban, Nelson (7), Nozzoli, Radovcic (10), Vinci, Yousefinezhad (9). All. Fusina.
Junior Fasano: Angiolini (4), Bargelli (4), Beharevic (5), Paolo De Santis, Errico (1), Gallo, Messina (3), Notarangelo (7), Palmisano, Pavani, Pignatelli (3), Pugliese (3). All. Ancona.
Arbitri: Prandi e Ambrosetti.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *