Seconda Categoria, l’Atletico Pezze segna ancora il passo

Calcio Secondo Piano

Nella seconda giornata arriva un’altra sconfitta, questa volta in esterno contro il Calcio Castellana

MOLA DI BARI – Scivolone esterno per l’Atletico Pezze che sul neutro del Comunale “Caduti di Superga” segna il passo contro il Calcio Castellana (2-0). Una sconfitta che arriva a distanza di solo  una settimana dall’altra battuta d’arresto, in questo caso contro la Spartan boys (2-3), che segna negativamente l’avvio del girone di ritorno per i ragazzi del tecnico Vito Cardone.

Un gol per parte decide la sfida di Mola di Bari

In cronaca, si gioca a Mola di Bari per i lavori di ristrutturazione del complesso sportivo di Castellana, i biancazzurri sfoderano una buon approccio alla gara, ma peccano di incisività sottorete. Il vantaggio è servito al 29’ con Nitti che insacca la porta dei pezzesi con un gran tiro da fuori area. I locali cercano di far fruttare il vantaggio e badano principalmente a non scoprirsi, con una maggiore tenuta difensiva, tanto che con il minimo scarto si va negli spogliatoi.

Nella ripresa non sortiscono l’esito sperato le sostituzioni sul fronte Atletico, dato che sotto rete continua una spiccata sterilità. I locali si fanno pericolosi ed il raddoppio è servito dagli undici metri con Ignazzi che concretizza la massima punizione. Triplice fischio è seconda sconfitta per i biancazzurri che deve far pensare per il prosieguo del campionato, con una classifica che fa scivolare al quarto posto la compagine della frazione fasanese.

Il tabellino della gara

Calcio Castellana-Atletico Pezze 2011: 2-0 (1-0)
Reti: 29′ p.t. Nitti (C), 32’ s.t. Ignazzi (C).
Calcio Castellana: Daprile, Schena, Notarnicola (Goffredo), Satalino, Pinto, Caramia, Mastroscianni, Polignano(Giannuzzi), Nitti, Fornaro (Giorgio), Ignazzi. All. De Luca.
Atletico Pezze 2011: Conserva,  Tedeschi (Legrottaglie), Vinci, Mancini, Fanizza g, Fanizza F (Cardone), Olive (Ruggieri), Trisciuzzi, Pertosa, Bagorda, Musa (Petrella). All. Cardone V.
Arbitro: Bernardi di Molfetta.

Tagged

Lascia un commento