Seconda categoria, l’Atletico Pezze fa suo il derby all’ultimo respiro

Calcio Secondo Piano

Una punizione di Bagorda sullo scadere regala la vittoria ai ragazzi del tecnico Cardone FOTOSERVIZIO

MONTALBANO – Si decide su un episodio il derby del campanile che vede l’Atletico Pezze esultare sul campo del Savelletri (0-1), dopo una magistrale punizione da limite di Bagorda che ha insaccato in pieno recupero, tra l’esultanza degli “ospiti” e la desolazione dei padroni di casa.

Una stracittadina vera che ha chiamato sugli spalti del Comunale una cornice di pubblico che ha arricchito la prestazione sfoderata in campo dalle due squadre. Il calendario segnava la quinta giornata ed entrambe le formazioni arrivano con una vittoria di peso ed un’invidiabile posizione in classifica, a ridosso delle prime della classe. Il colpo gobbo dei ragazzi del tecnico Vito Cardone permette di rimanere nella scia della capolista, mentre per il neoallenatore Angelo Santoro ci sarà tempo per mostrare il potenziale del gruppo, finora inespresso in particolare tra le mura amiche.

Il calcio d’inizio Savelletri-Atletico Pezze
Al pronti via i due tecnici puntano su moduli speculari

In gara il tecnico Santoro non stravolge nulla e manda in campo il 3-5-2 con Di Gennaro in porta; difesa con Messina, Gjeci e Salerno; esterni Sasso e Santoro, mentre a centrocampo è confermato il trio De Giorgio N., Turrone e Lombardi; in attacco Lepore e Musa. Modulo speculare per il tecnico Cardone dell’Atletico Pezze che punta su Baccaro in porta, Mancini, Vinci e Sforza in difesa, Orlando, Trisciuzzi, Tauro, Cardone e Fanizza a centrocampo, mentre in avanti Pertosa e Ruggieri.

In gara le emozioni arrivano sui titoli di coda

In cronaca emerge un primo tempo avaro di emozioni, ma con un episodio per parte: i locali colpiscono la traversa con Lepore su punizione, mentre Pertosa per il Pezze non conclude in rete da ottima posizione.

Nella ripresa la musica non cambia, entrambi i portieri sono praticamente inoperosi. Poi arriva l’episodio che condizionerà la partita dei locali con l’espulsione dei Sasso per un fallo ingenuo a metà campo. C’è tempo per un’altra occasione per Lepore, ma sarà il finale a decidere la gara con la punizione del neoentrato Bagorda che si insaccava sotto l’incrocio dei pali tra i boato dei tifosi e giocatori pezzesi.

Il gol della vittoria
Le dichiarazioni degli allenatori

“Partita che si presentava difficile – afferma il tecnico Santoro – visto che era un derby, i ragazzi hanno seguito le mie indicazioni e abbiamo alzato bene il nostro baricentro, ma siamo stati pochi incisivi sotto porta. Il secondo tempo siamo partiti bene, poi l’espulsione di Sasso ci ha condizionato la gara, e siamo passati da un 3-5-2 ad 4-4-1. Ma nonostante l’inferiorità abbiamo avuto 2 buone occasioni con Santoro e Lepore per andare in vantaggio, poi purtroppo su una nostra chiusura sbagliata abbiamo concesso una punizione permettendo il loro vantaggio. Adesso non bisogna fare drammi bisogna subito ripartire e lavorare tanto”.

“Una gara condizionata dal forte vento – dichiara mister Cardone – che ha impedito a entrambe le squadre di esprimersi al meglio. Il gol all’ultimo minuto ci ha garantito una vittoria davvero difficile e abbiamo goduto il doppio”

Il tabellino della gara

Savelletri-Atletico Pezze 2011: 0-1 (0-0)
Rete: 48’ s.t. Bagorda (A).
Savelletri: Di Gennaro, Salerno, Sasso, Turrone, Messina, Gjeci, Santoro (41’ s.t. Calianno), Lombardi, Lepore, De Giorgio N., Musa (14’ s.t. Mancini). A disposizione Sgobba, D’Onghia, De Giorgio F., Cofano. All. Santoro.
Atletico Pezze 2011: Baccaro, Sforza (20′ p.t. Legrottaglie), Vinci, Mancini, Cardone (44’ s.t. Carrieri), Fanizza, Tauro, Trisciuzzi, Ruggieri (37’ s.t. Olive), Pertosa, Orlando (20’ s.t. Bagorda). A disposizione Conserva, Tedeschi, Saponaro, Petrosillo, Memolla. All. Cardone.
Arbitro: Cipriani di Bari.
Note: Espulso al 13’ s.t. Sasso (S); ammoniti Salerno (S), Sasso (S), Turrone (S), Lombardi (S), Lepore (S), D’Onghia (S); Mancini (P), Orlando (P).

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *