Pista, Adrenalina pura al debutto del Trofeo del Levante

Auto Secondo Piano

Nella sesta edizione partono subito bene i piloti fasanesi LE FOTO

BINETTO (Ba) – Inizia con il botto il Trofeo del Levante, giunto alla sua sesta edizione. Nella prima delle tre prove, numerosi sono stati i piloti nostrani al via in una kermesse che ha superato le 90 iscrizioni a conferma del feeling che stanno creando gli organizzatori con la manifestazione. Un evento organizzato dall’ormai affiatato team composto dalla Eptamotorsport e la scuderia Assominicar che sta richiamando a raccolta anche il pubblico delle grandi occasioni per la struttura barese, rigenerata dalla cura del nuovo gestore della “Safe & emotion” di Ivan Pezzolla.

In gara i piloti nostrani hanno graffiato l’asfalto nel numerose categorie, ma andiamo per ordine.

Bicilindriche Gruppo 1,5-2 e Challenge Assominicar Gara 1: al termine delle qualifiche è Onofrio Zizza a far registrare il miglior crono. Con una brillante partenza mantiene la testa fino alla conquista della vittoria in Gruppo 2, davanti a Nicola Annese. Il Gruppo 5 “amatoriale” vede svettare Luigi Belardo davanti a Gaetano Forni e Andrea Cante. In Gruppo 1,5 vince Francesco Colabello davanti a Giovanni Giannoccaro e Gino Palmisano.

Nankang Lupo Cup: Con le ormai affermate Lupo Cup gestite dalla Epta Motorsport, Carlo Casillo firma la pole position. Vince la gara Lorenzo Mansueto con una prestazione perfetta e in terza posizione si piazza il veterano Alessandro Nardilli, rientrante dopo un anno di stop dalle gare.

Bicilindriche Gruppo 5 Gara 1: Vince la gara Andrea Currenti davanti a Pasquale Coppola e Vincenzo Pezzolla.

Monomarca Peugeot 1400: Vince Armando Cozzolino seguito da Natale Ruggiero e Marsico.

Sport & Formula: Pole Position per il fasanese Antonio Colucci a bordo dell’Osella Cn2 curata dal team Catapano che domina l’intera gara. Lo segue Gianfranco Giorgio. Flavio Licciulli si aggiudica la classe E2SC 1400 davanti a Francesco Montagna e Danilo Testa. In E2SC 1600 vince il pilota romeno Dani Otil, in E2SS vince Armando Stola e in E2SS 1000 Alberto Scarafone.

Lo staff della safety car

Racing Start 1.6-2.0-RSTB 1.6-E1 1150-N1400: Oronzo Montanaro con un’ottima prestazione firma la sua prima pole stagionale e conquista la vittoria. Secondo in RSTB si piazza il giovane pilota fasanese Salvatore De Nuccio. In E1 1150 vince Leonardo Semeraro, autore di una spettacolare prestazione. In Rs 2.0 si impone il forte pilota barese Francesco Pagone davanti a Lucio Abuso e Gianvito Schena. In Rs 1.6 vince Giuseppe De Palo davanti all’esordiente Michele Tangorra a Davide Fasolino. Ritiro per De Leonardis e Cecere mentre lottavano per le prime posizioni a causa di un problema ai pneumatici. Vince la N1400 Francesco Mastronardi con la sua Peugeot 2015 Rally.

Bicilindriche Gruppo 1,5-2 e Challenge Assominicar Gara 2: Come da regolamento, si invertono le prime sei posizioni di Gara 1. In Gruppo 2, conferma la prima posizione Onofrio Zizza davanti a Domenico “Billo” Ferrara e Nicola Annese. Anche in Gruppo 5 “amatoriale” conferma la vittoria Luigi Belardo davanti a Gianni Pagliaroli e Gaetano Forni. In Gruppo 1,5 vince Gino Palmisano seguito da Francesco Colabello e Giovanni Giannoccaro.

RS 2.0 Plus-RSTB 1.6 Plus-Rs Cup-RsTurboCup2-E1+3000-GT: Sabatino Di Mare a bordo della fantastica Seat Leon Supercopa gestita da DMP Motors, conquista Pole e vittoria. In Turbocup2 trionfa Vito Tagliente davanti a Raffaele De Giuseppe e Annamaria Fumo. In RSTB Plus vince Manolio, in Gt Pinuccio Pace, in RS Cup Antonio Marsilia e in Rs 2.0 Plus Enrico Bettera.

Bicilindriche Gruppo 5 Gara 2: Come da regolamento, si invertono le prime sei posizioni di Gara 1. Gennaro Vivese e Andrea Currenti si fanno sorprendere dai commissari in partenza anticipata. Vivese effettua un drive trought sanando l’infrazione, mentre Currenti non si accorge della segnalazione venendo conseguentemente escluso a fine gara. Vince la gara Vincenzo Pezzolla seguito da Alfio Barbagallo e Michele De Filippis.

Il prossimo appuntamento è per 12-13 ottobre con la seconda tappa, valida anche come finale del campionato italiano Bicilindriche Pista.

(fotoservizio Mario Rosato)


Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *