Ju Jitsu, La società di Scolti e Ferrara si impone in terra jonica

Secondo Piano Sport

Prima uscita per il nuovo sodalizio fasanese che punta a far ritorna Fasano ai fasti del passato

TARANTO – La New sportproject gym, sezione Ju Jitsu, debutta con il botto al trofeo nazionale Csen dei Due mari, nella specialità dedicata agli atleti più piccoli, dai 6 agli 11 anni, ed ai grandi, dagli Esordienti ai Master. La kermesse tenuta nel secondo week end di aprile ha registrato la presenza della neonata società di Ju Jitsu Fasano guidati dai maestri Francesco Scolti e Leonardo Ferrara. Al termine della competizione si registra una grande soddisfazione per gli allenatori che hanno varato un nuovo progetto sportivo nell’ottica di portare Fasano ai fasti del passato, andando a primeggiare a livello nazionale ed internazionale.

Un bilancio lunsighiero con 4 medaglie di oro per i piccoli

Pochi mesi di lavoro ecco i primi risultati. Per le categorie dei piccoli la società nostrana ha portato a casa 4 medaglie di oro, 3 di argento e 5 di bronzo, gareggiando con Luigi Marelli, Gabriele Ciaccia, Michele De Giuseppe, Cristian Baccaro, Giacomo Gioioso, Daniel Turchiarulo, Davide Gianfrate, Luca Gianfrate, Giovanna Ancona, Cassandra Ippolito e Federica Semeraro.

Il podio con il quarto posto nella classifica delle società
Fighting system di oro per Barletta e Di Bari

Nella competizione di Fighting system sono arrivate due medaglie di oro per Mariangela Barletta e Paola Di Bari, tre di argento per Oronzo Pezzolla, Vladimir Schena e Quirico Palmisano e due di bronzo per Francesco Cardone e Matteo Furio.

Non è tutto. Nella prima uscita pubblica emerge anche il quarto posto di società, un risultato di tutto rispetto considerato l’esiguo tempo per preparare la competizione. A coronamento della manifestazione c’è da registrare un riconoscimento, l’ennesimo della sua carriera, per il maestro Scolti consegnato dalla Federazione, mentre ha fatto il suo debutto come arbitro Dino Palmisano.

La premiazione per il maestro Francesco Scolti
Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *