Il Memorial Palmisano, il giorno del ricordo di uno sportivo di altri tempi

Secondo Piano Sport

L’evento è stato rinviato per le avverse condizioni meteo

FASANO – Considerate le avverse condizioni meteo gli organizzatori hanno deciso nella tarda mattinata di oggi di rinviare l’evento ad altra data (aggiornamento delle ore 11)

Ritorna il Memorial Peppino Palmisano, ritorna il triangolare di calcio che ricorda la figura di un uomo scomparso, ma che continua a vivere nel ricordo dei suoi tanti amici. Questo è il caso del Memorial Palmisano, giunto alla sua sesta edizione, che questo pomeriggio richiamerà a raccolta le rappresentative delle società del Pezze, del Fasano e dell’Alberobello. Quei colori che hanno segnato la vita di un uomo che ha fatto della sua contagiosa simpatia e umanità l’arma vincente che continua a far sorride e commuovere a distanza di anni dalla sua dipartita.

Fischio d’inizio fissato alle ore 17 al “Curlo”
La gigantografia di Peppino Palmisano

Appuntamento fissato per questo pomeriggio al “Curlo” alle ore 17 sul quel campo in erbetta che ha segnato pagine importanti della sua storica calcistica. Il principale artefice dell’evento è l’infaticabile Checco Bongiorno che è cresciuto calcisticamente all’ombra di Palmisano, sul quel campo polveroso del “Sergio Ancona” di Pezze di Greco.

“Ci siamo anche quest’anno – afferma Bongiorno – stiamo organizziamo la sesta edizione del Memorial. Innanzitutto ringrazio la società dell’Us Città di Fasano e l’Associazione de Il Fasano siamo noi per avermi dato la possibilità di ripetere questo evento in una domenica pomeriggio nel condividere il ricordo dell’indimenticabile Peppino. La speranza è poter rivivere una giornata di ricordi”.

Mister Palmisano, un gentiluomo del mondo del calcio

Una domenica pomeriggio dedicata ad un gentiluomo del mondo del calcio, di quelli che di rado si vedono, che ha segnato i cuori non solo di coloro che hanno avuto la fortuna di vivergli a fianco nelle varie vicende calcistiche, ma anche di coloro che lo hanno solo seguito dagli spalti o nella vita. Un uomo indimenticabile tanto che al “Curlo” gli hanno voluto intitolare la tribuna centrale.

La foto di gruppo della scorsa edizione
Tagged

Lascia un commento