XI Memorial “Giovanni Cosenza”: si rinnova il ricordo di un grande uomo

Prima Pagina Rubrica Social

Ieri sera la premiazione del torneo di calcio e del concorso “Un amore per la vita”

FASANO – Nella giornata di ieri, sabato 1 giugno, si è tenuto l’XI Memorial “Giovanni Cosenza” presso il centro sportivo “Il Fenomeno”. Anna Latartara ha voluto ricordare il figlio Giovanni, il giovane venditore ambulante scomparso a causa di un incidente stradale il 30 maggio 2008, con queste parole: «Sono passati undici anni e non riesco ad accettarlo. Ho perso un figlio, una parte di me, perché qualcuno ha deciso di toglierti il futuro. Chissà quanta gioia avresti portato nelle nostre vite perché tu, Giovanni, eri la gioia in persona.»

Commoventi le parole della figlia di Cosenza, Giovanna: «Papà mi vedi? Più cresco più sento la tua mancanza anche se so che tu non morirai mai perché dentro di me batte il tuo cuore, nelle mie vene scorre il tuo sangue” a cui si è aggiunto il ricordo della nipotina Annamaria: «Non ero ancora nata, eppure mi chiedo sempre come sarebbe stata la nostra vita insieme. Ciao zio, ciao grande uomo.»

Si è dunque rinnovato per l’undicesima volta il ricordo di Giovanni attraverso un torneo di calcio a 5 e il concorso grafico-letterario “Un amore per la vita”. L’evento è stato organizzato dall’associazione teatrale “Colpo di Maschera” di Mimmo Capozzi e dall’associazione culturale “Calliope” di Mariateresa Maggi, con il Patrocinio del Comune di Fasano e con la collaborazione di Laura De Mola, Gianpaolo Tettei, Ignazio Lovecchio, Lorenzo Abete e dei numerosi sponsor.

Il torneo di calcio a 5 ha visto, per la prima volta, una partita inaugurale giocata da due “squadre” di ragazzi under 12, una gara all’insegna della solidarietà e del divertimento. È seguito poi il torneo vero e proprio fra le sei squadre presenti che vede i seguenti risultati: Apleti Onlus di Angelo Rapanà (primo classificato e vincitore del Trofeo “Città di Fasano”); Team Cosenza di Sante Cosenza (secondo classificato); Nicola Vive di Angelo Lomartire (terzo classificato); Royal Bar di Grazia Celeste (quarto classificato); Casa di Pronta Accoglienza “Madre Teresa di Calcutta” di Michele Semeraro (quinto classificato); Team Leone di Luigi Leone (sesto classificato).

Ha preso poi la parola Mariateresa Maggi che ha ringraziato l’istituto Bianco-Pascoli, il suo preside Gaetano Di Gennaro, la sua vicepreside prof. ssa Bellini e la prof. ssa Leporati per aver permesso la diffusione del concorso e aver trattato il delicato tema della violenza di genere, tema a cui il concorso letterario e grafico “Un amore per la vita” quest’anno è dedicato. Le 32 opere del concorso sono state valutate dagli organizzatori del concorso, dalla docente Teresa Cecere e dal grafico Domenico Mangini. «Ringrazio anche la dirigente del Liceo Da Vinci Maria Stella Carparelli e i ragazzi con cui quest’anno abbiamo tenuto incontri sulla discussione del tema» ha concluso la presidente dell’Associazione “Calliope”, presentando i premi di seguito elencati:

SEZIONE LETTERARIA
Primo classificato “Il treno dei ricordi” di Alessandra Giannoccaro della III C per “il registro lirico disincantato, sospeso come i pensieri che vagano senza trovar riposo, evidenti nella linea del testo poetico”.

Secondo classificato “Sarò con te” di Giulia Latorre della II F per “lo stile descrittivo e la scrittura giovane, pur nel racconto di una violenza domestica perpetrata da uno zio ad una sua nipote”.

Terzo classificato “Balla” di Gaia Gentile della I AA per “le immagini fortemente evocative, dominate dall’alternanza del tema della morte e della libertà dal male”.

Menzione speciale per “Sembrava un angelo” di Carmen Pistoia per le “sequenze narrativo-descrittive illustrate attraverso un linguaggio fortemente evocativo, atto a suscitare coinvolgimento emotivo nel lettore”.

SEZIONE GRAFICA
Primo classificato di Fortunato Semeraro
della II FF per “l’utilizzo intelligente della parola per descrivere situazioni opposte e per l’accostamento di colori interessante”.

Secondo classificato di Alessia Kola, Mariachiara Bungaro ed Elisa Vinci per “la raffinatezza ed eleganza con tantissimi input sull’argomento”.

Terzo classificato di Giulietta Morga della II AA per “il messaggio forte e chiaro con un’interessante elaborazione grafica”.

Menzioni speciali: Aurora Angelini, Lucy e Angela per “la ricchezza di significato dell’opera” e Piero Zizzi per “la bellezza dell’elaborato”.

MENZIONI SPECIALI FUORI CONCORSO: Testo letterario di Dino Schena e video a cura di Mariapaola Barletta, Aurora Sansonetti e Paola Savoia della II CC.

Il ricavato della manifestazione di 535 euro andrà a finanziare progetti di sensibilizzazione e prevenzione della violenza di genere in collaborazione con l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Fasano e del CAV (Centro Anti Violenza) “Insieme si può” che negli ultimi anni sta ricevendo sempre più richieste di ascolto, come ha voluto ribadire l’assessora Cinzia Caroli, sottolineando l’importanza dell’informazione nelle scuole perché «grazie a queste iniziative il ricordo di Giovanni può essere tenuto vivo».

Fotoservizio a cura di Mario Rosato

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *