Scuola, suona la campanella. Gli auguri dell’Amministrazione Comunale

Prima Pagina Scuola e Università

Il messaggio del sindaco Zaccaria e dell’assessore Caroli

FASANO – Terminata la pausa estiva, le scuole riaprono le porte a studenti e insegnanti. Il sindaco di Fasano, Francesco Zaccaria, ha voluto rivolgere il suo saluto al mondo della scuola: «All’inizio del nuovo anno scolastico, il mio pensiero di affettuoso sostegno va agli alunni e agli studenti, alle loro famiglie e ai loro docenti e dirigenti, al personale non docente e a tutti coloro che sono coinvolti nel processo di crescita di giovani e giovanissimi. A tutti voi auguro il coraggio: nell’attuale periodo storico ci vuole anche quello per continuare a credere nel valore insostituibile del sapere, nonostante tutte le sollecitazioni contrarie che arrivano dalla vita pubblica e i tentativi di disconoscere il ruolo fondamentale dei formatori. La nostra Amministrazione continuerà anche quest’anno ad assumersi il dovere di dedicare un’attenzione speciale alla scuola, perché la conoscenza e la cultura sono la chiave di accesso alla società e al mondo del lavoro. In particolare saremo attenti all’aspetto dell’edilizia scolastica, proseguendo il percorso di ammodernamento e di manutenzione dei vari plessi e cercando di assicurare il trasporto e la mensa nel migliore dei modi. Buon lavoro a tutti!».

Anche l’assessore alla Pubblica Istruzione, Cinzia Caroli, ha dedicato un suo pensiero a riguardo: «In occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico tengo molto a far pervenire a tutti coloro che si occuperanno della formazione dei nostri bambini e dei nostri ragazzi, quindi agli insegnanti, al personale Ata, al personale di segreteria e naturalmente ai Dirigenti Scolastici, il mio più caloroso augurio per un sereno anno scolastico. Vi giunga l’abbraccio mio, del Sindaco  e di tutta l’Amministrazione. L’attenzione nei confronti della scuola, della cultura e  delle opportunità educative da dedicare ai nostri studenti è e resta molto alta. È mia personale convinzione che la scuola oltre ad essere un luogo educativo in cui i nostri bambini  e ragazzi crescono, si formano e agiscono, rappresenta un contesto  privilegiato di relazioni significative, ovvero un contesto in cui le relazioni tra pari  e con l’insegnante si esplicano fornendo altresì ulteriori opportunità di  crescita. La scuola assume dunque una funzione sociale come la nostra stessa Costituzione sancisce, essa è un luogo di mediazione poiché rappresenta un momento di passaggio dalla famiglia alla società. Ed è alla società, al territorio che la scuola deve aprirsi, questa è la ragione per cui nel corso degli ultimi anni e certamente anche per l’anno scolastico che sta per iniziare proporrò alle scuole della città una serie di progetti, iniziative e attività che mirino sostanzialmente a fare in modo che i ragazzi fruiscano di una più ampia offerta formativa e che possano sperimentarsi anche fuori dalle aule, interagendo con le associazioni, fruendo di offerte culturali, interfacciandosi costantemente con l’amministrazione della città. E ciò vale naturalmente anche per i bambini più piccoli, con i quali quest’anno lavoreremo sulla Costituzione, sui Diritti dei bambini, sul tema della Pace e dell’accoglienza tra i popoli. 
Martedì 17 settembre, alla vigilia dell’avvio delle lezioni, ho incontrato i Dirigenti Scolastici della città, e per l’occasione abbiamo consegnato alle scuole che hanno aderito al Progetto Baskin, delle cassette di Primo Soccorso da ubicare presso le rispettive palestre scolastiche. Avvieremo quest’anno tanti progetti che vedranno coinvolte le scuole di ogni ordine e grado: partiremo con il Festival Tempeste, il festival della Scienza, il progetto “Scavi di Egnazia nelle scuole”, la rassegna di prosa a teatro che per i nostri studenti prevedrà dei prezzi calmierati (direi quasi simbolici), il Cinemartedi, il progetto Consiglio Comunale dei ragazzi, il progetto Legalitria nelle scuole, le visite guidate sul territorio in particolare nel centro storico e presso il maestoso faro di Torre Canne,  a maggio la settimana dell’infanzia – O-Maggio all’infanzia- con qualche sorpresa e novità e tante altre iniziative che con i Dirigenti Scolastici e i docenti referenti metteremo a punto in itinere. Ringrazio i docenti e le associazioni del territorio per la bella sinergia che ci consente di programmare e avviare percorsi insieme, sempre con un occhio attento ai giovanissimi. Buon anno scolastico a ciascuno di voi ed in particolare ai nostri studenti ai quali auguro di vivere serenamente e con entusiasmo questo nuovo anno».

Questo il calendario dell’anno scolastico 2019/2020
Inizio attività:

  • 18 settembre 2019 (per tutte le Scuole di ogni ordine e grado)

Termine attività:

  • 10 giugno 2020 (Scuole del 1° e del 2° ciclo di istruzione)
  • 30 giugno 2020 (Scuola dell’Infanzia  1° e 2° Circolo Didattico)

· 30 giugno 2020 (Scuola dell’Infanzia Istituto Comprensivo)

Sospensione dell’attività:

  • Tutte le festività’ nazionali                                     
  • Ponte: 1 novembre 2019 Ognissanti
  • Vacanze Natalizie: dal 23 dicembre 2019  al 6 gennaio 2020
  • Vacanze Carnevale  24 e 25 febbraio 2020
  • Vacanze Pasquali: dal 9 al 14 aprile 2020
  • Festività Santo Patrono: 31 maggio 2020
  • Ponte: 1 giugno 2020
Tagged

Lascia un commento