La “cultura” come strumento forte di orientamento al liceo “Leonardo da Vinci”

Scuola e Università Secondo Piano

Continuano gli open days di orientamento al “da Vinci” per gli studenti di terza media

FASANO – Al liceo “Leonardo da Vinci” il mese di gennaio ha visto una serie di open days di orientamento per gli studenti di terza media, a cui quest’anno, dato anche il delicato momento dovuto alla pandemia, il liceo si sta dedicando attivamente.

Come ha dichiarato la dirigente Maria Stella Carparelli, “scegliere oggi è più complesso di ieri. Il perdurare dell’emergenza sanitaria, infatti, può comportare il rischio che gli studenti si sentano “impotenti”, schiacciati da eventi troppo grandi, che impediscono loro di sognare il futuro che vorrebbero e di credere di poterlo raggiungere. Chi si occupa di orientamento deve tenere conto anche di queste nuove dimensioni emotive e dell’influenza che possono avere sul processo decisionale”.

Spinti da queste riflessioni, i docenti della commissione Orientamento del “da Vinci” hanno puntato sulla “cultura come struttura forte dell’intervento orientativo” proponendo, da dicembre a gennaio, una serie di Open Lab (lezioni della durata di circa 20/30 minuti afferenti le discipline oggetto di studio nei diversi indirizzi liceali) per dimostrare che i “contenuti disciplinari”, pur imprescindibili ai fini dell’istruzione e della formazione, non sono il fine ultimo dell’apprendimento, ma “modi di pensare e di agire” che hanno il compito, delicato e difficile, di “accompagnare la persona” nell’assunzione di consapevolezza del proprio ruolo.

Per i docenti è diventato indispensabile “caricare di valori le discipline” che vanno riviste alla luce delle diverse esigenze dei giovani e della società. L’orientamento, dunque, non è un’attività aggiuntiva alla didattica, ma èuna didattica che è pienamente orientativa” perché dà il suo contributo alla crescita integrale del ragazzo proponendo un’istruzione significativa anche sul piano valoriale. La scuola che orienta è la scuola che si assume il compito di formare l’uomo e il cittadino che ha conoscenza critica delle leggi e delle regole della comunità di cui fa parte e sa fare delle proprie esperienze una condizione di confronto democratico che è garanzia di relazioni pacifiche e dignitose.

La complessità della vita genera complessità e problematicità della conoscenza, perciò il fine ultimo dell’insegnamento non è tanto insegnare “cose” ma insegnare ad imparare perché il soggetto sia disposto ad imparare lungo tutto l’arco della vita…e gli studi liceali offrono strutture “solide” per essere protagonisti in una società in continua evoluzione.

Una scuola, dunque, quella del Liceo “Da Vinci” qualitativamente connotata anche quando non può essere quantitativamente impegnata come in questo periodo.

Ad accompagnare gli studenti nella progettazione del loro futuro sono i docenti della commissione orientamento (Mina Corelli, Mariella Cupertino, Maria Fumarola, Michele Iacovazzi, Valentina Melpignano, Giorgia Lepore, Loredana Lezzi ed Eugenia Baccaro).

Nei precedenti Open Lab al liceo si è parlato di letteratura, arte, scienze, fisica, mettendo a confronto la cultura classica e le culture straniere, osservando persino in diretta il “Bacio tra Giove e Saturno”. I prossimi appuntamenti sono previsti il 19 e 22 gennaio, dalle ore 16.30 alle 18.30.

Per partecipare in presenza agli OPEN DAY  è necessario prenotarsi:

modulo: https://forms.gle/b63kTmYJsE5TzJEe7

oppure orientamento@leonardodavincifasano.edu.it

o telefonando al seguente numero cell.3389798992 (è possibile usare Whatsapp).

Fino alla data di scadenza del 25 gennaio, è possibile effettuare le iscrizioni presso il liceo tutti i giorni, di mattina, e nei giorni martedì 19 e venerdì 22 gennaio  anche di pomeriggio dalle ore 16.00 alle ore 18.30, mentre giovedì 21 gennaio dalle ore 15.00 alle ore 17.00.

Tagged