Il cyberbullismo al centro di un incontro a cura del Lions Club Fasano Host

Scuola e Università Secondo Piano

Presso l’aula magna della scuola media “G. Pascoli” e l’ auditorium della scuola media “G. Bianco” di Fasano

FASANO – “I rischi della rete: cyberbullismo, adescamento on line e sexting” è il titolo del doppio evento svoltosi il 25 febbraio presso l’aula magna della scuola media “G. Pascoli” e dell’ auditorium della scuola media “G. Bianco” di Fasano, a cura del Lions Club Fasano Host.

Relatore è stato il validissimo e preparatissimo avv. Antonio La Scala, esperto nazionale in materia, specializzato in Diritto penale della Pubblica Amministrazione e Diritto penale tributario, Presidente dell’Associazione Nazionale delle famiglie e degli amici delle persone scomparse Penelope Onlus e anche volto noto della televisione per la sua costante partecipazione al programma televisivo “Chi l’ha visto”.

Considerato il successo dell’iniziativa degli anni passati, per il terzo anno consecutivo, il Lions Club Fasano Host, con il presidente Stefano L’Abbate, in collaborazione con la dirigenza scolastica della scuola media “G.Bianco- G.Pascoli” e il suo Preside, il Prof. Gaetano Di Gennaro, ha organizzato questi incontri sul Cyberbullismo mirati a trattare un tema attualissimo e preoccupante che deve essere affrontato al fine di debellare questo fenomeno dilagante e al quale bisogna prestare un’attenzione costante e condivisa.

I fatti di cronaca quotidianamente portano alla ribalta questo fenomeno che riguarda soprattutto i giovani e che non conosce classe d’età, differenze di cultura, familiare o latitudine. Il cyberbullismo è una realtà criminale che interessa ragazzi e ragazze, protagonisti o vittime, complici o spettatori di atti molestie, ricatti e atti persecutori d’ogni genere.

L’avvocato La Scala ha sapientemente informato i giovani, attentissimi e partecipi alla discussione, riguardo rischi, pericoli e punizioni relativi all’ambito del cyber-bullismo spiegando il problema con immagini audio e video di grande effetto, sottolineando come per anni questo sia stato un fenomeno sottovalutato.

Il dialogo con gli alunni è stato schietto e diretto con l’intento di informare ma soprattutto di sensibilizzare sottolineando che “il cyberbullismo, così come il bullismo, non sono solo bravate ma reati punibili dalla legge”.

Sono stati evidenziati anche i temi dell’adescamento di minori sul web, della pedopornografia, dello stalking con l’obiettivo di focalizzare anche l’attenzione sulla necessità di denunciare in merito alla condivisione di immagini e di messaggi lesivi della dignità personale.

Mirato alla sensibilizzazione dei giovani presenti, è stato anche l’intervento del Presidente del LC Fasano Host, Stefano L’Abbate: «Voi giovani che state crescendo a contatto con le nuove tecnologie, la distinzione tra vita online e vita offline è davvero minima». Prosegue il suo intervento insistendo sul fatto che le attività che i ragazzi svolgono online o attraverso i media tecnologici hanno spesso conseguenze anche nella loro vita reale. Allo stesso modo, le vite online influenzano anche il modo di comportarsi dei ragazzi offline e questo elemento ha diverse ricadute sul quotidiano.

Il cyberbullismo è un tema operativo che il Lions Club ha sposato a livello distrettuale e che diffonde nelle scuole con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani all’uso corretto della rete e ad assumere già dalla età pre-adolescenziale comportamenti corretti e responsabili.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *