L’Università del Tempo Libero riconferma il suo primato in Puglia

Rubrica Scuola e Università Secondo Piano

Per la quarta volta l’UTL fasanese si è classificata prima nella Graduatoria regionale delle UTE

FASANO – Capodanno con il botto all’Università del Tempo Libero di Fasano classificatasi, per la quarta volta, prima nella Graduatoria Sezione Istruzione e Università della Regione Puglia, totalizzando 268 punti a fronte di 192 conseguiti dalla seconda classificata. L’Universitas fasanese non è nuova a questi prestigiosi riconoscimenti. Ricordiamo che negli anni accademici 2015/16 e 2017/18 si era classificata al secondo posto e negli anni 2016/17, 2018/19 e 2019/2020 al primo posto. 

Anche in quest’anno accademico 2021/22 è riuscita, nonostante le difficoltà dovute alla crisi pandemica, a mantenere alto il livello culturale. «Condivido questo nuovo successo – afferma la presidente Palmina Cannone, che da otto anni guida il sodalizio – con quanti, consiglieri, docenti, soci, amici, amministratori, hanno seguitato a sostenere moralmente la nostra Università, anche in questo delicato momento storico dal futuro incerto. Da quando il Covid ha dominato le nostre vite, l’UTL non si è mai fermata. Con determinazione e caparbietà ha adottato la DaD, mettendosi a servizio degli altri, della nostra comunità, della nostra città, con sostegno concreto, morale e culturale. 

L’UTL si è rivolta a tutte le fasce d’età, stando vicina soprattutto ai meno giovani – seguita la presidente – perché più soli e più fragili. La vicinanza è stata quotidiana e non ha registrato momenti di pausa neppure nei mesi estivi, in cui ha organizzato eventi ed è stata partner alla 51ª Mostra Fasanese dell’Artigianato. Dal 3 novembre scorso è ritornata alla didattica in presenza e si sta adoperando per la Rinascita in tutti i sensi. Sono orgogliosa di questo riconoscimento da parte della Regione. 

Onora l’UTL, ma soprattutto l’intera città di Fasano che, spesso, ahimé!, non percepisce fino in fondo le risorse del territorio. Del resto: Nemo propheta acceptus est in patria sua». 

La  tematica generale del Piano Formativo 2021/22 dell’UTL è: Dopo il Covid 19. Problematiche e speranze di rinascita. Fino a giugno prossimo tutti i corsi, i laboratori, gli incontri con professori, medici, psicologi, esperti, tutti gratuiti, ruoteranno intorno a questo tema. Per queste festività l’UTL sta elargendo ai fasanesi e ai turisti la Mostra Internazionale I Presepi del Chiostro. Speranza Rinascita Pace, mettendo in vetrina ben settantacinque opere presepiali, tra cui le maestose opere in cartapesta del Maestro Francesco Invidia, di fama internazionale. Un suo presepe, scelto dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è esposto al Quirinale. Una sua Sacra Famiglia si trova nei Musei Vaticani e altri suoi presepi a Betlemme e in tutto il mondo. 

La Mostra, che sta riscuotendo consensi positivi dai visitatori, dalla stampa e dalle TV, è stata autofinanziata con enormi difficoltà e ha comportato un lavoro indefesso di organizzazione e allestimento. L’ingresso contingentato è gratuito, perché l’UTL è una Scuola di Educazione permanente no profit, e resterà aperta fino al 9 gennaio 2022, dalle ore 18,00 alle 20,30. L’accesso è consentito unicamente con green pass rafforzato e con mascherine FFP2.

Tagged