Borsa di studio per tre studenti di Grafica e Comunicazione del Salvemini

Rubrica Scuola e Università Secondo Piano

Hanno partecipato al concorso dal tema “Il futuro dell’Unione europea è nella sua storia”

FASANO – Il 9 maggio, presso l’Auditorium di Trinitapoli (Foggia), si è svolta la cerimonia di consegna delle borse di studio del 13° concorso indetto da AICCRE PUGLIA (ASSOCIAZIONE ITALIANA CONSIGLIO dei COMUNI e delle REGIONI d’EUROPA) alla quale hanno partecipato studenti e rappresentanti di istituti provenienti da tutta la Puglia.

Il concorso, Patrocinato dalla Presidenza del Consiglio Regionale della Puglia, era indirizzato agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado della regione e aveva per tema “Il futuro dell’Unione europea è nella sua storia”. Agli studenti è stato chiesto di riflettere sulla tematica proposta attraverso la realizzazione di opere grafiche, multimediali, pittoriche o scritte, allo scopo di promuovere e diffondere i valori e i principi fondanti dell’Unione Europea, in uno scenario, come quello che viviamo oggi, caratterizzato da divisioni, disorientamento e contrasti sociali.

Sono intervenuti Giuseppe Dimiccoli, giornalista de “La Gazzetta del Mezzogiorno”, il prof. Giuseppe Valerio, presidente Aiccre e l’avv. Francesco Di  Feo, sindaco di Trinitapoli.

Tra i premiati con una borsa di studio del valore di 500 euro, ex aequo, spiccano i nomi di tre studenti del terzo anno del corso di Grafica e Comunicazione dell’I.T.E.T. Salvemini di Fasano, Enrico Fanizza, Michelangelo Gallo e Michele Lanzellotta che hanno presentato delle opere grafiche ispirate al tema proposto. Un altro successo per il corso di Grafica del Salvemini.

L’AICCRE è l’Associazione italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa, ha sede in Roma ed è l’associazione nazionale che raccoglie liberamente in modo unitario le Regioni, i Comuni, le Province e le sue altre rappresentanze elettive di Comunità locali (Aree metropolitane, Circoscrizioni, Comunità montane) nel loro impegno a operare per la costruzione di una Federazione europea fondata sul pieno riconoscimento, il rafforzamento e la valorizzazione delle autonomie regionali e locali.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *