Serie D, Il Fasano si impone in esterno e ritorna alla vittoria

Calcio Prima Pagina

Nel turno infrasettimanale i biancazzurri hanno superato la Team Altamura in rimonta (1-2)

Team Altamura-Us Città di Fasano: 1-2 (1-0)
Reti: 34’ p.t. Guadalupi (A), 18’ s.t. Corvino (F), 39’ s.t. Ganci (F).
Team Altamura: Volzone, Trichera (17’ s.t. Vaccaro), Errico (43’ s.t. Deleonardis), Catinali, Cucinotti, Dibenedetto, Casiello (17’ s.t. Clemente), Montemorro, Tedesco (22’ s.t. Rabbeni), Guadalupi, Gagliardi (33’ s.t. Palazzo). All. Dibenedetto. A disposizione Ferrulli, Ziello, Sarcone, Portoghese.
Us Città di Fasano: Suma, Pugliese, Diop, Ganci, Anglani, Rullo, Gomes, Gori, Richelli (30’ s.t. Serri), Corvino (43’ s.t. Cobo), Zicarelli (30’ s.t. Tuttisanti). All. Laterza. A disposizione Guarnieri, Mambella, Angelini, Pantaleo, Schena, Lanzone.
Arbitro: Rizzello di Casarano.
Note: Ammoniti Cucinotti (A), Serri (F).

ALTAMURA – Il Fasano espugna il “Tonino D’Angelo” al termine di un gara arrembante, dove ha saputo trovare la forza per reagire al vantaggio dei locali, calando un ribaltone al termine di un secondo tempo vinto anche sul piano fisico. Ancora a rete Corvino, bravo a farsi trovare pronto alla deviazione vincente, ma senza dubbio sugli scudi il motore di centrocampo Ganci, sua la marcatura decisa con un gran tiro dalla distanza.
I biancazzurri ritorna alla vittoria in esterno cancellando un filotto di quattro sconfitte consecutive e lo fanno a distanza di pochi giorni dalla matematica certezza della salvezza, centrata nel turno precedente in casa.

Ultimo turno infrasettimanale della stagione

Siamo alla terz’ultima giornata di ritorno e per le statistiche all’andata si imposero i murgiani con il minimo scarto (0-1). Sugli spalti non ci sono i tifosi biancazzurri per il divieto di trasferta.

In gara il tecnico di casa Dibenedetti opta per un modulo tattico 3-5-2 con in avanti il duo composto da Gagliardi e Tedesco, mentre nella linea mediana Casiello e Trichera provano a dare il raddoppio in avanti. Rispondono gli ospiti di mister Laterza con un modulo tattico 4-4-2 con in avanti la coppia d’attacco composta da Zicarelli e Richella, mentre nel cerchio di centrocampo ritorna Ganci e Gori con Bernardini indisponibile, per lui campionato già concluso.

I locali in vantaggio con un tiro di Guadalupi dalla distanza

In cronaca subito intraprendenti gli ospiti che al 3’ con Corvino che non riesce a concretizzare un’ottima azione d’attacco. La reazione dei padroni di casa giunge al 6’ con Casiello che cross a centro per Gagliardi che di testa non inquadra lo specchio della porta. Fase di stanca della gara che registra il tiro dalla distanza di Zicarelli al 16’ con palla che si spegne sul fondo. Grande equilibrio a centrocampo, ma i biancazzurri cercano le rapide ripartenze per andare a segno. A spezzare l’equilibrio ci pensa Guadalupi che al 32’ sfodera un gran tiro dalla distanza, circa 35 metri, che supera l’estremo difensore ospite Suma per il vantaggio. Il momento è favorevole ai padroni di casa che al 41’, con Montemurro, mandano la palla alta sulla traversa, con un tiro beffardo, che poteva avere ben altra esito. Con il minimo scarto si va negli spogliatoi.

Ganci e Corvino gli autori del ribaltone
Nella ripresa il ribaltone con Corvino e Ganci

Nella ripresa il Fasano mostra le unghie ed al 12’ con Ganci impegna Volzone che spedisce in corner. I biancazzurri prendono coraggio ed ecco che il pari è servito al 18’ con il solito Ganci che serve per Diop, abile a dare profondità sulla fascia, che a sua volta scodella a centro per Corvino che insacca a porta sguarnita per il meritato pari. Scende d’intensità della compagine di casa, mentre il Fasano sembra avere più birra nelle gambe. Al 37’ ci prova Cucinotta per i murgiani ad impensierire la difesa di casa, ma la sfera finisce in corner. Passa solo un minuto ed Errico ha la palla buona per riportare in vantaggio i locali, ma senza successo. Scampato il pericolo arriva il rapido capovolgimento di fronte con Ganci che sfodera un siluro dai 25 metri per il vantaggio biancazzurro, quando corre il 39. Un vantaggio che spezza le gambe ai padroni di casa, incapaci di reagire, consegnando la vittoria agli ospiti.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *