Serie D, Il Fasano chiude con il botto e balza al settimo posto

Calcio Prima Pagina

I biancazzurri superano il Gravina a domicilio dopo una gara vibrante

Fbc Gravina-Us Città di Fasano: 2-3 (0-0)
Reti: 6’ s.t. Forbes (F), 17’ s.t. Tuttisanti (F), 22’ s.t. Scaringella (G), 26’ s.t. Richella (F), 35’ s.t. Bellomonte (G).
Fbc Gravina: Vicino (8’ s.t. Loliva), Dentamaro, Carrieri, Caponero (28’ s.t. Bellomonte), Rizzo, Mbida (33’ s.t. Guida), Correnti (8’ s.t. Visone), Abonckelet, Santoro, Scaringella, Potenza (8’ s.t. Tarantino). All. Loseto. A disposizione Nitti, Ceglie, De Giglio, Forò.
Us Città di Fasano: Guarnieri, Pugliese, Rullo, Anglani, Diop, Tuttisanti (23’ s.t. Zicarelli), Cobo, Ganci, Forbes, Montaldi (41’ p.t. Richella), Corvino (25’ s.t. Serri). All. Laterza. A disposizione Suma, Scardicchio, Gori, Montalbò, Giannotti.
Arbitro: Zanotti di Rimini.

FASANO – Operazione compiuta per i biancazzurri che sbancano, per la seconda volta nel giro di appena 24 ore, il “Vicino” di Gravina e centrano l’invidiabile bottino di 50 punti, con un lusinghiero settimo posto in classifica che si commenta da solo, al primo anno dopo il ritorno nella quarta serie nazionale.

In gara ci pensa Mattia Guarnieri a mettere la ciliegina sulla torta, parando un calcio di rigore decretato in pieno recupero e suggellando una vittoria netta per i biancazzurri.

Un plauso al tecnico Laterza che ha tenuta alta la concentrazione

Grande esultanza per il tecnico Giuseppe Laterza che ha avuto il merito, un tra gli altri, di tenere alta la concentrazione fino all’ultimo minuto utile della stagione, anche quando la salvezza era già stata conquistata in anticipo sul rompete le righe finali.

Il Fasano punta sul modulo 4-4-2 risponde il Gravina con un 4-3-3

In gara i biancazzurri optano per un modulo classico assestandosi sul 4-4-2 con in avanti il solito duo composto da Montaldi e Forbes, nella linea mediana del campo spicca la novità data dall’under Tuttisanti, con Cobo fin dal primo minuto. Rispondo gli ospiti di mister Loseto con un modulo 4-3-3 che vede in avanti Potenza, Scarigella e Santoro.

Primo tempo equilibrato con i biancazzurri più reattivi

In cronaca al 15’ ci prova Potenza dal limite, ma Anglani si oppone con il corpo e devia in corner. Il primo sussulto della gara arriva al 27’ con Corvino che manca il vantaggio con un tiro a fil di palo. Ancora Corvino al 32’ che da buona posizione non riesce a superare il portiere Vicino che si oppone, mentre Dentamaro completa la copertura difensiva con la palla che finisce sulla traversa. Prima dello scadere arriva una doppia occasione per i padroni di casa che, prima, con Santoro e, poi, con Mbida cercano la conclusione dalla distanza, ma senza successo. A reti bianche si va negli spogliatoi.

Nella ripresa fasanesi più cinici e bravo Guarnieri a blindare il vantaggio

Nella ripresa il vantaggio si concretizza al 6’ con Fobers che spedisce in rete il cross millimetrico di Diopp. I locali accusano il colpo e non riescono a reagire tanto che al 17’ giunge il raddoppio con Tuttisanti che di testa, su cross preciso di Corvino, brucia il portiere Loliva. Passano solo cinque minuti e Scaringella mette la palla nel sacco, nella classica rete di rapina che riapre di fatto l’incontro. I biancazzurri non si fanno condizionare dagli eventi ed ecco che al 26’ Richelli concretizza un contropiede, spedendo in rete il suggerimento di Zicarelli. I colpi di scena non finiscono. Al 35’ ci pensa il neoentrato Bellomonte ad accorciare nuovamente le distanze, infiammando il finale di gara. Infatti in pieno recupero arriva il tiro di rigore con Mbida che esalta le doti di Guarnieri, non nuovo a parare i rigori in questa stagione. Al triplice fischio la festa è doppia sugli spalti.

I festeggiamenti dei giocatori in campo dopo il triplice fischio
Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *