Serie A1, Il sogno play-off si infrange sul parquet di Conversano (28-21)

Pallamano Prima Pagina

Nel posticipo della nona giornata di ritorno arriva una sconfitta pesante per la corsa scudetto

Conversano-Acqua&sapone Junior Fasano: 28-21 (12-12)
Conversano: Hermones, Stambellini (4), Maione (4), Sciorsci, Laera, Giannoccaro (3), Lupo J. (3), Degiorgio (2), Di Giandomenico, Sperti (7), De Luca, Lupo M., Iballi, Beharevic (1), Pivetta (2), Orlovskis (2). All. Tarafino.
Acqua&sapone Junior Fasano: Fovio, Messina, De Santis, Radovcic (2), Venturi, Corcione (2), Angiolini (2), Pugliese, Bargelli, Bronzo (5), Donoso (4), Knezevic (5), Notarangelo (1), Palmisano, Vinci, Gallo. All. Ancona.
Arbitri: Cosenza e Schiavone.

CONVERSANO – Nel derby pugliese del posticipo della nona di ritorno la Junior Fasano regge solo per un tempo, andando al riposo in perfetta parità, ma alla distanza si sfalda consegnando la vittoria ad un Conversano più quadrato.

Una sconfitta pesante nella corsa verso la zona play-off, con il distacco dalla quarta che adesso sale a tre lunghezze, quando mancano al termine solo quattro gare. Un gap corposo che riduce notevolmente le speranze di poter accedere alla zona spareggi scudetto, al termine della regular season.

Il derby rappresentava un bivio verso i play-off

La sfida di Conversano rappresentava un bivio e per i biancazzurri il responso del campo è stato quello che nessuno voleva aspettarsi. Una sconfitta che potrebbe chiudere in anticipo il discorso scudetto, perché il futuro dei biancazzurri adesso è sempre più nelle mani di un avversario, il Cassano Magnano, che dovrebbe nelle prossime gare incassare almeno un sconfitta ed un pari, mentre la Junior Fasano deve sfoderare un percorso netto per rimettere in corsa i biancazzurri.

Un buon primo tempo con Knezevic sugli scudi

In gara si registra un sostanziale equilibrio nel primo tempo con una buona tenuta difensiva che permette ai biancazzurri di andare a centro in seconda fase, fruttando Donoso più in palla, mentre Knezevic si conferma tra i più prolifici, da dimenticare la prestazione di Venturi, non al massimo della propria condizione fisica. Il Conversano prova lo strappo al 15’ (8-4), ma la risposta degli ospiti è repentina con un contro-break che permette di raggiungere il pari con Corcione al 19’, dando via ad una sfida ad elastico che porterà le squadre al riposo sulla parità (12-12).

Nella ripresa la Junior incassa un break di 5-0 e si sfalda

Nella ripresa la Junior Fasano prova a dare un’accelerata segnando il massimo vantaggio al 2’ (13-15) con il solito Knezevic, ma la risposta dei locali non si fa attendere ed ecco il nuovo sorpasso al 7’ (17-15) con Stambellini. Donoso cerca di tenere in partita la squadra ritornando alla marcatura, ma un cambio irregolare porta all’esclusione di un giocatore biancazzurro e dà il via al lungo break dei biancoverdi con un terrificante 5-0, sulla scia del tandem Giannoccaro-Maione, che porta i locali al pesante vantaggio di +6 al 12’ (22-16). La partita sembra prende la piega che coach Ancona non vorrebbe, anche se ci prova Bronzo a regalare una boccata d’ossigeno alla squadra, ma senza successo. La reazione della Junior Fasano tarda ad arrivare, complice un calo fisico dei giocatori più rappresentativi, e le speranze di riprendere la partita svaniscono di minuto in minuto con un Conversano che sembra giocare sul velluto fino a segnare il massimo distacco di +8 (28-20) al 27’ che di fatto chiude virtualmente la disputa.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *