Flash mob sui balconi del rione Margherita per omaggiare chi lotta in prima linea contro il Covid-19

Attualità Prima Pagina

La piccola comunità di quartiere ha invitato i carabinieri, i vigili urbani, la protezione civile e la croce rossa VIDEO

FASANO – Si rinnova il flash mob sui balconi del rione Margherita a sottolineare a caratteri cubitali lo slogan #iorestocasa, confermando un trend che vede i residenti sempre presenti dal 4 marzo scorso a ringraziare con la musica gli operatori sanitari e tutti coloro che si stanno prodigando nella lotta al Covid-19.
Qualcuno parla di un singolare record di durata a carattere nazionale, ma di certo quello che per loro conta è quello spirito di gruppo, esaltando il detto che uniti si può superare ogni ostacolo, andando anche oltre la distanza fisica dei balconi delle singole abitazioni. Di certo la giornata di ieri (domenica 3 maggio) ha segnato il clou di questa lunga quarantena con la presenza in loco proprio degli operatori che lottano in prima linea contro il Covid-19.

Alle ore 18 in punto hanno fatto tappa in zona una pattuglia della Compagnia dei Carabinieri di Fasano, una dei Vigili Urbani, una squadra dei volontari della Croce rossa ed una delegazione della Protezione civile. Una piccola, ma sentita, cerimonia per omaggiare direttamente coloro che in questi giorni si stanno prodigando nella particolare lotta alla pandemia. Dai balconi del quartiere si è elevato il canto degli italiani, l’Inno di Mameli, e gli applausi dei presenti hanno fatto da cornice all’evento trasmettendo il calore di un quartiere che ogni giorno ricorda proprio l’operato di coloro che sono in prima linea contro la pandemia.

Immagini amatoriali
Le note dell’inno di Mameli si sono diffuse nel quartiere

Un quartiere che ha trascorso questa lunga quarantena con la musica, ma in rigoroso rispetto proprio per coloro che sono in prima linea nella lotta al virus, dedicando sempre in apertura dello spazio musicale l’Inno nazionale per esaltare lo spirito di gruppo del quartiere che da settimane mostra con orgoglio il tricolore sui propri balconi. Cantare, ma senza dimenticare chi soffre e chi lotta direttamente ed ecco che a chiusura del format quotidiano non è mai mancato il “Silenzio fuori ordinanza” che ha stretto ulteriormente la piccola comunità del rione Margherita nel rispetto di coloro che stanno soffrendo e di coloro che mettono a rischio la propria vita per superare questa pericolosa pandemia.

Il passaggio degli operatori in prima linea contro il Covid-19 tra gli applausi dei residenti
Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *