Centro storico, il sindaco Zaccaria risponde a Marco Mancini: «Proviamo ad innescare una svolta»

Attualità Prima Pagina

Le parole del primo cittadino a seguito dell’esposto presentato al Prefetto di Brindisi

FASANO – Non si è fatta attendere la replica del primo cittadino, Francesco Zaccaria, alla denuncia di Marco Mancini circa lo stato del centro storico fasanese. Proprio l’altra mattina, lunedì 27 gennaio, Mancini ha presentato un esposto – allegando querela contro ignoti per danneggiamento – a Prefetto, sindaco, assessore alle attività produttive, Carabinieri e Vigili Urbani, per i continui atti vandalici che stanno interessando il centro antico della città. Riportiamo, di seguito, la replica del sindaco il quale assicura il massimo impegno.

“Gentile dott. Mancini,
la ringrazio per l’attenzione che riserva al Centro storico di Fasano, una recente passione, e per la sua iniziativa, che ci è di grande aiuto: questa Amministrazione, come lei ben sa, è quotidianamente impegnata a cercare di innescare una svolta nella parte antica di Fasano, per trasformarla da luogo abbandonato a salotto della città, vivo e frequentato come quello di tutte le altre. Ricordo infatti a lei e ai lettori  la rigenerazione urbana, le modifiche alle Norme di attuazione al Piano regolatore vigente e il Piano della mobilità sostenibile, da noi avviati in questa prima metà mandato, che non sono pezzi di carta ma punti di partenza obbligati verso quella svolta che vogliamo con tutte le nostre forze, e che sono certo di raggiungere. Vogliamo che anche i residenti se ne sentano coinvolti, e possano essere co-protagonisti del rilancio definitivo del borgo antico, attraverso la manutenzione degli edifici privati che ne recuperi il bello nascosto.

Per “normalizzare” il Centro storico ci vogliono ristrutturazioni, arredo urbano e una mobilità moderna, come abbiamo deciso di fare in piazza Mercato Vecchio, via Fogazzaro e strade adiacenti, e in via Forcella. Cose che invoglino i turisti a frequentare il centro e i commercianti ad aprirvi attività: alla fine anche i fasanesi si riapproprieranno di ciò che è stato loro sottratto per decenni. Ci vuole senz’altro anche più presenza delle forze dell’ordine: ho rappresentato questa esigenza, nelle opportune sedi, a tutti i responsabili della nostra sicurezza e ho ricevuto la massima attenzione. Assicuro tutti che, senza proclami e con l’atteggiamento istituzionale che ci caratterizza, continuerò a farlo. 

Cordiali saluti.”

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *