Rimpasto Giunta, Scianaro: «Amministrazione ingessata per incompetenza»

Politica Secondo Piano

Le dure parole del consigliere comunale

FASANO – «Leggiamo sugli organi di stampa, che proseguono da parte del sindaco  Zaccaria gli approcci per cercare di definire il nuovo assetto della Giunta Municipale, che al momento è priva di due assessori, e che in questi giorni, abbia offerto a Giacomo Rosato la carica di vicesindaco e di assessore ai Lavori Pubblici».

A dichiararlo è il consigliere di opposizione Antonio Scianaro.

«Come abbiamo già dichiarato più volte, è giunto il momento che il sindaco Zaccaria a tre anni dal suo insediamento dia un vero ZAC, la smetta di perdere tempo e girare a vuoto, e cominci ad occuparsi seriamente dei problemi della città, non limitandosi in operazioni di sola convenienza elettorale, continuando, come ha già dichiarato ad alimentare il “preoccupante disorientamento politico ed amministrativo che sento il dovere di fermare”.

Non vorrei essere nei panni dei componenti la sua stessa maggioranza. Ci stupisce la mancanza di assoluta fiducia nei riguardi dei consiglieri, che lo porta a guardare sempre oltre il recinto del proprio schieramento, delegittimando le risorse umane che da ormai tre anni lo sostengono, in religioso silenzio.

Questo conferma quanto abbiamo più volte sottolineato, che “auspichiamo in un azzeramento totale delle deleghe, dalla prima allultima, nessuna esclusa”, per rilanciare un’azione polico – amministrativa ingessata per incompetenza, pressappochismo ed evidente incapacità.

Lo stato di grande disorientamento, lo percepiamo ogni giorno. Una città come Fasano, a forte vocazione turistica non può continuare ad essere priva di un assessore al ramo, lo si avverte ogni weekend con le marine prese d’assalto, dove regna il caos assoluto e l’anarchia totale, tutto nel più assoluto silenzio da parte di tutti i consiglieri comunali di maggioranza.

Apprezzo che l’ex consigliere Rosato abbia declinato linvito per un senso di estrema correttezza politica, esempio e delicatezza che è mancata ad altri. Nella mia esperienza politica non ho mai incontrato un sindaco sconfitto al ballottaggio che abbia poi fatto il vicesindaco .Forse qualcuno è abituato a questo tipo di alchimie.

Dissento sul fatto che il superamento di alcune vicende sostenute insieme al sottoscritto, come tributi e servizio d’igiene urbana, fossero la soluzione a tutti i mali, ma rappresentavano solo l’inizio di un nuovo percorso che andava incontro al miglioramento del vero disagio in cui vivono i cittadini e gli ospiti della città di Fasano».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *