Ancora scontro in Consiglio sul Piano Costa. Sì al regolamento per il Teatro Sociale

Politica Prima Pagina

Non sono mancati i momenti di show, puntualmente ripresi dal presidente Vittorio Saponaro

FASANO – Si è svolto ieri il Consiglio comunale di Fasano che ha visto la discussione di ben 25 punti iscritti all’ordine del giorno. In realtà l’ultimo, il numero 26, ovvero una mozione sulla tariffazione puntuale a firma del consigliere Trisciuzzi, è stato ritirato dallo stesso proponente e sarà discusso nel prossimo Consiglio.

Seppur i toni, rispetto al penultimo triste e oltremodo stancante show andato in onda nelle ultime settimane, risultino leggermente ridimensionati (almeno al momento), non sono see di certo mancati i momenti in cui qualche consigliere ha nuovamente fatto finta di essere presso un’aula di tribunale, ovvero nell’anticamera della Corte dei conti, anziché nell’aula della massima assise cittadina. Ciò ha ripetutamente visto il presidente del Consiglio, Vittorio Saponaro, richiamare all’ordine i colleghi consiglieri, invitando al rispetto del regolamento ed eventualmente a recarsi in procura per eventuali dubbi o supposizioni di reato.

Via libera al regolamento per l’utilizzo del Teatro Sociale, che ha destato qualche perplessità nei consiglieri di opposizione, tanto da essere stato emendato nella parte relativa alle modalità di accesso. Approvato anche il regolamento sulle sponsorizzazioni, mentre è stato momentaneamente accantonata, su sollecitazione della consigliera Olive, l’approvazione del regolamento di Polizia Locale (a quanto sembrerebbe, per opportuni aggiornamenti da inserire).

Torna nuovamente alla ribalta il tema del Piano Costa (sul quale sono stati presentati ben tre punti), il quale ha visto nuovamente scontrarsi maggioranza ed opposizione. Uno scontro che ha visto protagonisti i consiglieri Trisciuzzi, Marino, Bianchi ed Olive. Presente in aula tra il pubblico, al momento della discussione, anche l’ex assessore Leonardo Deleonardis, oggi presidente di Federbalneari Fasano.

Via libera alla mozione del consigliere Vito Bianchi sul recupero di un tratto della via Francigena, mentre sono state respinte tutte le altre mozioni tra le quali quella a prima firma Legrottaglie per chiedere la pubblicazione della banca dati con risposte per il concorso in atto per la selezione di sei istruttori amministrativi del Comune di Fasano; le due mozioni di Scianaro sul ripristino dell’attività del PTA di Fasano e della richiesta di dissequestro del molo nuovo del porto di Savelletri; la mozione Olive-Trisciuzzi per la richiesta di annullamento della delibera di Giunta del 7 maggio scorso; la mozione del consigliere Bianchi sulla richiesta di risarcimento danni all’Anas per il ritardo dei lavori sulla SS 172 dir.

Ritirata, invece, dallo stesso proponente, quella del consigliere Trisciuzzi sulla tariffazione puntuale per la raccolta dei rifiuti. Sarà discussa nel prossimo Consiglio.

Durante la seduta, come già anticipato ieri, è stata altresì conferita la cittadinanza onoraria del Comune di Fasano alla senatrice Liliana Segre. Unico momento in cui il Consiglio comunale ha mostrato compattezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *