Caterina Marini candidata al senato con Alleanza Verdi e Sinistra 

Politica Prima Pagina

La docente universitaria fasanese è candidata nel collegio plurinominale unico della Puglia

FASANO – Caterina Marini, docente fasanese nonché segretaria provinciale e Consigliere Federale Nazionale di Europa Verde, sarà candidata al senato.

Questa la prima dichiarazione di Caterina Marini dopo l’ufficializzazione della sua candidatura alle prossime elezioni del 25 settembre.

Finalmente con la consegna delle liste alle prefetture da parte delle segreterie centrali dei partiti, posso ufficializzare la mia candidatura al Senato della Repubblica nella lista Allenza Verdi e Sinistra per la Regione Puglia. Correrò in quota Europa Verde nel collegio plurinominale unico per il Senato in tutta la Puglia in terza posizione dopo Ilaria Cucchi, emblema della società civile per i diritti umani, e Mimmo Caporusso, tesoriere nazionale di Sinistra Italiana. 

Certa che la sfida sarà intensa, sono consapevole che sarà anche emozionante affiancare i miei compagni di viaggio e tra questi Angelo Bonelli, leader nazionale di Europa Verde, candidato capolista per il collegio plurinominale Brindisi-Lecce alla Camera dei Deputati. La passione certo non mi manca, e chi mi conosce lo sa. Con l’esperienza maturata nel ruolo di Dirigente Provinciale e Nazionale del partito con entusiasmo comunicherò a tutte le persone che incontrerò in questo mese intenso di campagna elettorale le nostre proposte programmatiche per affrontare la crisi climatica e sociale, la sicurezza sui posti di lavoro e il salario minimo, il costo energia e il caro bollette, la conversione energetica verso fonti rinnovabili e sostenibili, l’inflazione e il costo della vita, la crisi dell’agricoltura e la sicurezza alimentare, e per proporre una mobilità sostenibile e il trasporto pubblico gratuito, una scuola inclusiva, una riforma organica del mondo della ricerca e dell’università, politiche di accoglienza e integrazione dei migranti sul territorio italiano. 

Questi sono solo alcuni dei punti del programma esteso che, come Europa Verde e Sinistra Italiana, proponiamo agli elettori, temi che verranno trattati da tutte le forze politiche durante questa campagna elettorale ma che con competenza scientifica e capacità di analisi rappresentano da sempre il nucleo dei programmi della sinistra e degli ecologisti italiani. 

Oggi, più che mai, la lotta per la giustizia sociale e la giustizia ambientale, strettamente interconnesse e indissolubili, non è più procrastinabile e la transizione ecologica è un’opportunità di crescita per l’economia italiana che non deve essere più rinviata. Solo unendo le forze possiamo farcela. Sono fiera di far parte di questa coalizione di centro sinistra, e ringrazio Europa Verde e Sinistra Italiana per la fiducia che hanno riposto in me. Pensiamo alle generazioni dei bambini di oggi e a quelle future. Da tutti noi dipenderà il mondo che verrà.”

Tagged