Caos drive-in Covid, l’ira di Lello Di Bari: «Una situazione imbarazzante»

Politica Secondo Piano

Il consigliere comunale e medico critica fortemente la scelta di posizionare nel centro città la piattatorma per i tamponi Coronavirus

FASANO – Dopo quanto accaduto oggi e quanto avviene oramai da giorni presso la piattaforma drive-in installata a Fasano per consentire ai cittadini di sottoporsi a tampone Covid-19, interviene anche il consigliere comunale e medico Lello Di Bari. Proprio la nostra testata questa mattina ha denunciato pubblicamente il problema, chiedendo un intervento delle istituzioni.

«Desta sconcerto – scrive Di Bari in una nota – la imbarazzante situazione che si veririca quotidianamente, a livello di viabilità, nel tratto finale di via Fratelli Rosselli interessato dall’ingresso per la postazione drive-in per i test molecolari Covid-19. E nonostante continue segnalazioni giunte da parte di cittadini, utenti ed organi di stampa, chi di dovere – l’amministrazione comunale, per intenderci – continua a restare nell’immobilismo più assoluto. Nonostante sia stato installato poco giorni fa, solo dopo continue sollecitazioni, un cartello di divieto di sosta su ambo i lati nel tratto di strada antistante l’ex tribunale, la situazione non è certamente migliorata: un divieto, tra l’altro, che scade alle 10.30, nonostante a quell’ora le auto risultino ancora in coda per raggiungere la postazione drive-in (risulta essere, come da immagini diffuse, l’orario di punta).

Sarebbe interessante capire, tra le altre cose, chi abbia stabilito la scelta del luogo dove installare la piattaforma: definire “genio” chi l’ha deciso sarebbe oltremodo riduttivo. Si decide di posizionare una struttura del genere, dove si recano utenti mossi dal dubbio di essere affetti da Sars-CoV-2, nei pressi di una scuola elementare, mettendo a rischio alunni e famiglie, senza la minima idea del modo in cui si sta operando. Lo si fa, inoltre, in una zona ad alta densità di traffico, praticamente in centro città, in uno dei punti più nevralgici della viabilità del territorio. Come sia stato possibile non definire un luogo in periferia o comunque con più ampio spazio a disposizione, resta ad oggi un mistero.

Chiedo all’amministrazione un immediato intervento al fine di operare con delle soluzioni efficaci atte a snellire la viabilità in via Fratelli Rosselli e consentire ai cittadini e agli automobilisti di attendere il proprio turno in maniera ordinata, soprattutto senza bloccare o rallentare il traffico veicolare, dal momento che “muovere” in altro luogo quella struttura in un momento complicato come questo, significherebbe perdere ulteriore tempo e danneggiare gli utenti in attesa di tampone.

Attendiamo fiduciosi che chi di competenza si accorga di cosa abbia significato operare una tale scelta senza la minima considerazione delle conseguenze».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *