Shoresh, la festa digitale a cura di Equilibrio Dinamico

Cultura e Spettacolo Prima Pagina

Una collaborazione virtuale tra Gianni Notarnicola, Ido Gidron e Equilibrio Dinamico

FASANO – Continua la terza giornata del progetto Shoresh partito mercoledi 10 giugno che vedrà la sua conclusione domani, domenica 14 giugno.

Domani infatti, alle ore 19, il progetto Shoresh si concluderà con una festa denominata Zoom Party, dove i due artisti ospiti Gianni Notarnicola e Ido Gidron, da Tel Aviv, e i 30 danzatori del progetto Equilibrio Dinamico Ensemble, provenienti da tutta Italia, attenderanno chiunque abbia voglia di divertirsi ad un evento del tutto inusuale ossia una Festa Digitale.

Equilibrio Dinamico lancia un vero e proprio invito a chiunque sia interessato: non c’è bisogno di essere un danzatore, l’unico requisito è aver voglia di divertirsi in una domenica pomeriggio condividendo la voglia di stare insieme superando ogni distanziamento sociale.

Basterà cliccare il seguente link ed accedere alla loro “stanza virtuale” https://us02web.zoom.us/j/9514415705

Ma per chi fosse solo curioso, l’evento sarà live sulla pagina Facebook di Equilibrio Dinamico e del Teatro Pubblico Pugliese.

Shoresh è una parola ebraica e significa Radici (Radice).

“Ogni radice ha varietà, diversi spessori, forme, molti modi di crescere e svilupparsi secondo ciò che la natura e il sistema possono offrire. Possiamo vedere una radice galleggiare sull’acqua o affondare in profondità nel terreno”.

Shoresh è una collaborazione virtuale tra Gianni Notarnicola, Ido Gidron e Equilibrio Dinamico.

Questo programma virtuale vuole illuminare il danzatore di ogni radice, offrendo un processo rapido e stimolante che verrà realizzato in 5 giorni.

“Offriamo ai danzatori le nostre conoscenze e feedback durante riunioni virtuali, lezioni, coreografie, improvvisazioni e sessioni creative.

Lo scopo di questo progetto didattico per Equilibrio Dinamico Ensemble, in questo tempo sospeso a causa dell’emergenza Covid19, è quello di sfidare i danzatori in differenti modi, li inviteremo a realizzare dei contributi video affiancando una live performance virtuale che si svolgerà attraverso il canale di comunicazione Zoom”, dicono i due artisti.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *