Piazza Ciaia esplode nella notte punk di Gazzelle

Cultura e Spettacolo Prima Pagina

Il cantautore romano, tra i più influenti della scena indie italiana, chiude l’estate dei concerti di successo a Fasano

FASANO – Gazzelle ha chiuso l’estate dei grandi concerti a Fasano ieri in Piazza Ciaia in una serata che conferma ulteriormente, dopo i successi di Diodato, Francesco De Gregori, Caetano Veloso ed Ex-Otago, quanto il programma proposto  dall’amministrazione comunale in collaborazione con Bari in Jazz e Costa dei Trulli funzionasse.

Gli eventi estivi, coordinati dal Consigliere comunale delegato Pier Francesco Palmariggi, hanno rinforzato la prospettiva del turismo musicale in città, aprendo al tempo stesso la strada a un progetto per la riduzione dell’uso della plastica. “Fasano Plastic Free” ha infatti accompagnato le date dei concerti grazie alla collaborazione del Bar Bella Napoli e Faso Cafè, partner e promotori del progetto, che hanno somministrato cocktail e vivande in involucri compostabili e biodegradabili, rendendo così la nostra estate sostenibile e di esempio per le altre città.

Per la tappa del “Punk tour” Piazza Ciaia è stata quella delle grandi occasioni con un pubblico foltissimo. Dopo l’apertura di Mox è salito sul palco Gazzelle, al secolo Flavio Bruno Pardini, l’artista romano che macina sold out. È uscito lo scorso novembre il suo nuovo album “Punk”, un bell’agglomerato di ballatone che passano di diritto dall’indie al mainstream perché giocano sul sentimentalismo, e d’altronde chi non ha mai conosciuto quel “pezzo di fango” raccontato nel brano “Meglio così” con cui ha aperto la serata.

Nel concerto Gazzelle ha riproposto brani degli album “Superbattito” e “Punk” e, mentre nel primo (da cui ha scelto di eseguire per esempio “Balena“, “Quella te” e “Nmrpm“) è forte l’elettronica, in “Punk” gli arrangiamenti si fanno più complessi e pieni. Non mancano infatti note di piano e sezioni di archi a sostenere la sua voce inconfondibile, accogliendo anche sfumature più vicine alle sonorità britpop dei pieni ’90. L’indie di Gazzelle diventa popolare, e pensiamo ai brani “Polynesia“, “Sopra“, “Scintille“, perché è concettualmente di tutti e nel suo vortice si rimane incastrati.

Il cartellone estivo degli eventi musicali a Fasano è stato eterogeneo sia nella scelta dei generi, che nel target di pubblico raggiunto con ogni proposta. Il concept di Piazza Ciaia come arena per i concerti si è confermato credibile e suggestivo. E ora che l’asticella è stata alzata ancora un po’, l’attesa per la prossima estate è già altissima.

Fotoservizio: Francesco Schiavone

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *