“Nel mare c’è la sete”, presentato in streaming il libro di Erica Mou

Cultura e Spettacolo Secondo Piano

Sul gruppo Facebook del Presidio del Libro di Fasano si è tenuto il nuovo appuntamento della rassegna “Connessioni e Relazioni”

Il nuovo appuntamento con la rassegna “Connessioni e Relazioni”, promossa in streaming dai Presidi del Libro di Fasano, si è tenuto ieri con la presentazione di “Nel mare c’è la sete” (Fandango Editore) della cantautrice Erica Mou. L’autrice ha dialogato con Mariateresa Maggi sul gruppo Facebook dell’associazione.

“Nel mare c’è la sete” è un romanzo che si svolge nella mente della protagonista e il lettore è uno spettatore dei suoi pensieri e delle sue conclusioni. Si tratta di un libro che impone di stare al passo con un dolore ingombrante che ha condizionato la vita di Maria, che si srotola nella scelta delle parole composte a cui Erica Mou dà vita nuova durante la narrazione. Questo esercizio quasi grammaticale fa irrompere davanti a noi atmosfere che prima non degnavamo di uno sguardo, e che poi si rivelano con la loro bellezza nella nostra mente.

Che Erica Mou sia una brillante cantautrice lo si capisce anche da questo suo eserodio letterario, perché “Nel mare c’è la sete” è scritto con musicalità. Si ha, infatti, la sensazione di leggere una canzone continua, con le frasi corte e il ritmo incessante a cui possiamo attribuire una melodia personale. Una musicalità ora più cruda e forte e, a tratti, più gentile e lenta. Si tratta quindi di un esercizio di adattamento alla vita, rispetto alla quale non saremo mai preparati e che, per questo, ci chiede di essere indulgenti accettandone anche le complessità.

Durante la presentazione Erica Mou ha anche eseguito dal vivo due brani, tra cui “Estate” di Bruno Martino, la canzone che dà il nome alla sorella della protagonista.Il prossimo appuntamento con la rassegna “Connessioni e Relazioni” dei Presidi del Libro di Fasano è mercoledì 1 luglio alle 18.00 con la presentazione del libro “Cadrò sognando di volare” di Fabio Genovesi, presentato dal consigliere comunale Pier Francesco Palmariggi.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *