L’Utl presenta oggi “Dammi mille baci e poi cento”

Cultura e Spettacolo Secondo Piano

Oggi, giovedì 14 febbraio, la presentazione del libro

FASANO – Oggi, giovedì 14 febbraio, alle ore 18, nella propria Sala convegni, l’Università del Tempo Libero “San Francesco d’Assisi” di Fasano (Portici), presieduta da Palmina Cannone, nell’ambito dei Progetti “Diritti umani” e “C’è un libro anche per te” omaggerà l’Amore, quello universale, diritto di ogni uomo. Sarà presente la prof.ssa Angela Villani, che illustrerà il suo ultimo lavoro letterario “Dammi mille baci e poi cento”, Schena Editore.

Ammalia l’ordito narrativo del romanzo in cui l’autrice, attingendo alle fonti dei classici greci e latini, “intreccia la poesia amorosa di Catullo con la prosa delle vicende della protagonista, Barbara, in una mirabile sintonia di approcci diacronici e sincronici”.

“Dammi mille baci e poi cento” prende l’incipit dal Carme 85 del Liber catulliano “Odi et amo”, ossimoro che ci dà la chiave di lettura del romanzo: la protagonista Barbara nutre odio per la madre (italiana) che ha lasciato la famiglia, e forte amore per il padre (marocchino). Un’altra figura importante per la ragazza è il suo professore di latino, i cui insegnamenti l’affascinano. Sarà proprio il docente a farle raggiungere quell’equilibrio e quella forza che la famiglia non le hanno saputo dare. Altra protagonista del romanzo è l’amica di Barbara, Francesca-Chicca, sua confidente, che rispetta la sua libertà interiore e l’aiuta a rafforzare la sua autostima.

Un inno all’amore, dunque, in tutte le sue più complesse sfaccettature. Un tributo a San Valentino, martire cristiano del II secolo, passato alla storia per aver difeso la relazione proibita fra un pagano e una cristiana. L’amore è fantasia, sogno, creazione artistica e realtà. Questo il forte messaggio che l’Università di Fasano regala a tutti i giovani, alle loro famiglie e a quanti credono ancora che “Omnia vincit Amor”.

La serata sarà allietata dalla cantante Luisa Pinto. La cittadinanza è invitata.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *