L’UTL celebra online l’arrivo della primavera con la Legalità e la Poesia della Pace

Cultura e Spettacolo Secondo Piano

Un viaggio nel ricordo di bambini, vittime innocenti di organizzazioni criminose, e nella Poesia che esalta la Pace

FASANO – Oggi, 21 marzo 2022, la locale Università del Tempo Libero San Francesco d’Assisi celebra la Giornata Nazionale della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime di mafia insieme alla Giornata Internazionale della Poesia. La Giornata della Memoria e dell’impegno, istituita il 1° marzo 2017 dalla Camera dei Deputati, è un momento per riflettere e approfondire una tematica complessa afferente le vittime di mafia. Ricordando, possiamo ricucire lacerazioni profonde che hanno colpito tantissime persone innocenti ed edificare una memoria comune.

L’UTL vuole lanciare un segnale forte di impegno contro l’illegalità e la corruzione. «Legalità è legittima se lega il forte, / se tutela il debole. / È il nodo che scioglie l’umano / legandone i legami. / Non c’è legalità fuori da quel legame / dove si stringe per meglio liberare» (Coro sulla legalità,Valerio Magrelli).

La presidente Palmina Cannone ricorderà anche quest’anno la fasanese Anna Pace che, il 5 ottobre 1999, venne travolta, mentre era in macchina con il marito Luigi Colucci e l’amica Generosa Amati, sulla statale 172 nelle vicinanze di Laureto, da un furgone carico di sigarette. I contrabbandieri stavano correndo all’impazzata per sfuggire ai finanzieri, quando sbandarono e andarono a sbattere prima sulla Fiat Tipo di Giuseppe Carparelli, e poi sulla Fiat Ritmo su cui viaggiava la signora Pace. Il furgone accartocciato fu abbandonato, mentre i due fuoristrada blindati, che scortavano il carico di “bionde”, tornarono sul luogo dell’incidente. Invece di prestare soccorso ai feriti, si preoccuparono solo di recuperare i cartoni delle sigarette. Anna si spense, nel pomeriggio del 12 ottobre, per le fratture multiple e le susseguenti lesioni interne. La nostra concittadina aveva una grande fede e forza interiore. Non sarebbe dovuta morire.

Il dottor Emanuele Esposito tratterà Bambini vittime di mafia, sottolineandone l’orrore e la crudeltà. L’Omaggio alla poesia è in collaborazione con l’assessore alla Cultura di Crispiano, dott.ssa Aurora Bagnalasta, che ha invitato il sodalizio fasanese a realizzare dei video con liriche inneggianti alla Pace. Può la dolcezza della poesia fermare i carri armati russi di Putin?

«Se dai cannoni spuntassero versi poetici – risponde la presidente Palmina Cannone – gli uomini capirebbero non esserci alcuna ragione che giustifichi un conflitto, come dice Papa Francesco. Se leggessimo di più i poeti e gli scrittori che hanno scritto di pace e seguissimo gli insegnamenti evangelici, diventeremmo Uomini di Pace. Il dramma che l’Ucraina sta vivendo, come anche il popolo russo per i sui figli uccisi, coinvolge la coscienza di ognuno di noi». Saranno videodeclamate le seguenti poesie: Non gridate più di Giuseppe Ungaretti, prof.ssa Gina Cedro; La ricchezza di Annunziata Candia (Roma) recitata dalla stessa poetessa; e Verrà un giorno di Jorge Carrera Andrade, letta dalla presidente dell’UTL.

I vari interventi si possono seguire sui canali social dell’Università: sito www.utlfasano.it, o su www.facebook.com/utlfasano e sul canale Youtube Associazione UTL Fasano. L’Università, con questa iniziativa, libra in alto la sua voce contro ogni tipo di criminalità ed educa alla Legalità e alla Pace fra i popoli.

Tagged