L’UTL celebra la “Giornata mondiale della donna” dal 6 all’8 marzo

Cultura e Spettacolo Secondo Piano

Gli eventi potranno essere visti sui canali social dell’Università del Tempo Libero

FASANO – La locale Università del Tempo Libero “San Francesco d’Assisi” di Fasano avvia online, da sabato 6 marzo, le celebrazioni della Giornata Mondiale della Donna, che si terrà lunedì 8 marzo.

 Il video-programma è ricco e interessante e affronterà la tematica dei Diritti della donna da più punti di vista. 

«Avremmo tanto desiderato organizzare un convegno in presenza, ma la complessa e preoccupante situazione pandemica non lo permette – sottolinea la presidente Palmina Cannone -. Pertanto, l’UTL dedicherà online tre giorni ad analizzare le varie problematiche e a riflettere sui diritti calpestati delle donne».

«Il Piano Formativo 2020/21, ancora una volta, pone l’attenzione sui Diritti Umani: della famiglia, dell’uomo, del fanciullo e della donna – seguita infine la presidente».

Sabato 6 marzo sarà la stessa Cannone ad avviare i video-interventi spiegando: “Perché una giornata dedicata alla donna?”. Seguirà la prof.ssa Mirella D’Amico, che illustrerà “L’Impressionismo francese del 1874”, soffermandosi sulle figure di Berthe Morisot e Mary Cassatt. 

Domenica 7 marzo, Palmina Cannone tratterà “Una figura femminile nell’opera del Manzoni: Lucia”. E ancora il dott. agronomo Carlo Palmisano tratterà “I fiori della mimosa: forza e femminilità”. 

Lunedì 8 marzo si rifletterà su “Stereotipi e violenza di genere” e “Pandemia e violenza intrafamiliare”, relatrice la dott.ssa Rosanna D’Urso, sociologa. 

A seguire:“È possibile uscirne prima che sia troppo tardi? I meccanismi psicologici che mantengono una relazione violenta”, dott.ssa Maria Maggi, psicologa; 

Donne sulla scena del crimine”, dott. Emanuele Esposito, criminologo;

Come spiegare ai bambini l’8 marzo”, dott. Giuseppe Pulito, pediatra. 

Tutte queste figure professionali faranno comprendere quelle dinamiche che scatenano i soprusi e i maltrattamenti nei confronti della donna, e di quanto sia importante conoscere e capire per diffondere sentimenti di rispetto e amore. 

L’Università, già il 25 novembre scorso, ha fatto sentire la sua condanna contro la violenza sulle donne, e lo fa anche ora con fermezza e determinazione.

Interverranno: Il Gruppo di Attività Teatrali dell’UTL (Pasquina Pantaleo, Laura Pantaleo, Pasquina Calandrella, Anna Cucci, Elena Di Geronimo, Natalizia Pinto, Catia Anglani, Titti Anglani, Mimmo Mileti), diretto magistralmente dall’insegnante Irene Sansonetti; la poetessa conterranea Teresa Schettini; il Trio dell’UTL Antonio Sasso (fisarmonica) e Pasquale Valente e Gino Guarini (chitarre); i maestri Francesco e Nicola Rotondo, docenti del Laboratorio di Folclore; Giorgio Masi, esperto del Laboratorio di Canto; il maestro Leonardo Chiarelli, insegnante del Laboratorio di Chitarra. 

La consigliera Giovanna Acquaviva, per l’occasione, ha realizzato la creazione artistica “Cuore di mimosa” da regalare simbolicamente a tutte le donne del mondo. 

La Giornata dell’8 marzo nasce per ricordare sia le conquiste sociali, economiche, politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in molte parti del mondo. Anche se viene denominata “Festa della donna” è più corretto definirla “Giornata della donna”, in quanto è l’occasione per riflettere sulle condizioni di lavoro delle donne, sulle disuguaglianze tra uomo e donna, sulle lotte che esse hanno dovuto sostenere e sostengono per potersi affermare.  

I video si possono visionare su: sito www.utlfasano.it, o su www.facebook.com/utlfasano e sul canale Youtube Associazione UTL Fasano.

Tagged