“L’arte in maschera”, l’UTL inaugura oggi una mostra per il Carnevale

Cultura e Spettacolo Secondo Piano

Alla mostra fotografica si affiancherà la realizzazione di un teatrino delle marionette per i più piccoli

FASANO – L’Università del Tempo Libero “San Francesco d’Assisi” di Fasano, in occasione del Carnevale, ha promosso una iniziativa in collaborazione con l’Associazione Calliope, per animare il centro storico. Nello Studio d’Arte, in via del Balì n.2, ha allestito la Mostra “L’Arte in maschera” con le fotografie di Martino Murat, alcuni costumi carnevaleschi di Carmen Cofano, e un grazioso teatrino delle marionette, realizzato da Anna Rosa Cincavalli.

La Mostra sarà inaugurata oggi, alle ore 18.00, alla presenza del sindaco di Fasano Francesco Zaccaria e dell’assessore alla Cultura Cinzia Caroli. Interverranno Mariateresa Maggi, presidente dell’associazione Calliope, e Palmina Cannone, presidente dell’UTL. Rimarrà aperta dal 3 al 16 febbraio, dalle ore 18.00 alle ore 21.00.

«Le foto sono scatti del Carnevale che si tenne a Fasano l’anno scorso – afferma la presidente Cannone –, foto di visi felici, inconsapevoli della tragedia che di lì a poco avrebbe travolto e stravolto le vite di tutti. Nella sfilata del 2020 si ritrovano tutti gli elementi distintivi e caratterizzanti il mascheramento. Il Carnevale riconduce a una dimensione metafisica che riguarda l’uomo e il suo destino. Esso segna un passaggio aperto tra l’inverno e la primavera ricca di energia e vita, quindi tra gli inferi e i vivi.

Alle anime, perché non diventino pericolose si prestano dei corpi provvisori, ossia le maschere e i costumi, che assumono un significato apotropaico, nel senso che chi le indossa assume le caratteristiche dell’essere “soprannaturale” rappresentato. Così diventa possibile la comunicazione tra due Cosmi, tra vivi e morti».

«Nel contesto della Mostra – continua la presidente – la presenza del Teatrino delle marionette invita a non perdere l’incanto della magia. Viviamo nell’epoca del tablet, dei giochi elettronici, della DAD, che priva i bimbi delle relazioni, dei contatti fisici. Pertanto, dobbiamo ritornare a fare riscoprire ai nostri fanciulli il fascino delle storie raccontate e drammatizzate nel teatrino dei burattini. Il titolo della vetrina allestita dall’Università di Fasano ha un doppio significato: l’arte, oggi, indossa la maschera di Carnevale e quella tragica del coronavirus, che ha chiuso inesorabilmente le porte di cinema, teatri, musei, mostre, stadi, cancellando ogni forma di eventi culturali. Nonostante la terribile esperienza che stiamo vivendo, però, l’UTL di Fasano con questa mostra offre alla cittadinanza un messaggio di Speranza e di Rinascita. Quel messaggio è proprio nel sorriso delle marionette del teatrino». 

Tagged