La meraviglia del carnevale d’epoca in scena in piazza Ciaia

Cultura e Spettacolo Secondo Piano

L’evento si è svolto tra meravigliosi costumi, balli e premi

FASANO – Ottima cornice di pubblico per la V edizione del “Carnevale d’epoca” organizzato dall’Associazione Fasanofotografica. Quasi cento figuranti in costumi d’epoca hanno sfilato prima in passerella e poi per le vie del centro storico fasanese, attirando l’attenzione di tanti cittadini che tra una foto e un selfie hanno molto apprezzato le varie maschere e l’ottimo programma di intrattenimento messo in scena dagli organizzatori della manifestazione. Serata che ha avuto inizio dalle ore 18,30 nella centralissima Piazza Ciaia con la presentazione dell’evento a cura dello showman Gaetano Tasselli, supportato da Carmen Pistoia e con la prima sfilata in passerella dei quasi cento partecipanti.

Maschere che subito dopo hanno esibito la loro bellezza artistica passeggiando per le vie del centro storico fasanese, dove tra musica e balli resi possibili grazie alla presenza di numerosi artisti musicali dislocati nei vari punti del percorso, hanno concesso foto e momenti di grande allegria e spettacolo tra i numerosi cittadini che hanno popolato le vie del centro. Figuranti in costumi d’epoca che, tra le altre cose, sono stati messi in concorso tra loro grazie ad un apposita giuria selezionata dall’organizzazione e formata dai giornalisti Franco Lisi e Michele Cavallo, dalla stilista Ely Guarini e dal responsabile marketing e comunicazione del Gruppo Norba di Telenorba Lino Altavilla. Giuria chiamata all’assegnazione di ben quattro premi specifici.

Il premio come “abito più bello stile epoca” è così andato a Elisabetta Di Dio con la sua maschera “Mariantonietta regina di Francia”. Abito bellissimo che la giovane figurante proveniente da Novara di Sicilia (Messina), non nuova a premi e riconoscimenti, ha interamente realizzato con le sue mani. Per il premio “abito più stravagante stile veneziano” premio assegnato al fasanese Paolo Tarì per il suo “Gentiluomo Fiammingo”. Per il premio “coppia più a tema” la vittoria è andata alle fasanesi Rosalba Fucci e Agata Cofano con il tema “Re e Regina del ghiaccio”. Abiti realizzati interamente dalla stessa Fucci, vera artista del mondo della sartoria locale. Quarto e ultimo premio quello assegnato a “dama o cavaliere junior”  andato alle sorelline Giulia e Chiara Petarra provenienti da Oria e che hanno portato in maschera “Angelica del Gattopardo e la Principessa Sissi”.

Menzioni speciali per i “Reali da operetta” interpretati in maschera da Annamaria Potenza e Alberto Ruggero provenienti da Monopoli, al gruppo “Famiglia veneziana del ‘700” provenienti da Torre Canne e formato da Oronzo Trisciuzzi, Angelica Natola e da Gabriele e Davide Trisciuzzi. Menzioni particolari anche per le piccole fasanesi Silvia Martellotta con la Anna di Froozen e Diana Falcolini che con i suoi appena 18 mesi di vita ha incantato il pubblico fasanese con la mascherina “Baby Crudelia” a bordo della sua macchinina. A questi si sono aggiunti alcuni riconoscimenti decisi dall’Associazione Fasanofotografica e assegnati rispettivamente a Maria Saracino come maschera veneziana più a tema, Genoveffa Pinto maschera più stravagante, Michela Dell’ Aquila maschera elegante e a Daniela Palagiano per la l’originalità.

Michele Cavallo

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *