Il Presidio del Libro incontra la scrittrice Emanuela Megli per parlare di giovani, lavoro e sostenibilità

Cultura e Spettacolo Secondo Piano

Appuntamento giovedì 4 agosto presso la Selva  

FASANO – Giovedì 4 agosto 2022, in Villa Papa Megli (viale dei Castagni 32-36) a Selva di Fasano, il Presidio del Libro di Fasano organizza l’incontro con la scrittrice Emanuela Megli, autrice del libro “La Piccola Jo” (edito Laterza). Presenti all’incontro la presidente del Presidio Annamaria Toma, l’assessore alla cultura Cinzia Caroli, l’associazione Pro Selva e Cristina Sunna della Regione Puglia. Condurrà la serata la docente Mariella Muzzupappa.

Di seguito una descrizione del libro, a cura della stessa autrice:

Negli ultimi capitoli, il libro affronta il tema del mercato del lavoro attuale e aiuta a comprendere le mappe che orientano le dinamiche dei giovani nel nostro presente, i quali da un lato cercano di ritagliarsi il proprio spazio nel mondo, anche costo di scelte non sempre condivise dal mondo adulto e dall’altro, invece, sembrano essere già rassegnati in partenza, rinunciando ad affermarsi e a scommettere sul proprio futuro. Figli di una società complessa e suo malgrado perversa, che ha educato con modelli autoritari o, all’opposto, con la totale assenza di riferimento, con un modello lassista, in ogni caso privi di riferimenti affettivi e di esempi, i giovani rappresentano una categoria in Italia, segnata da abbandono scolastico (2 giovani inattivi su 4 OECD) e da bassi livelli di istruzione e di occupazione (34,8% disoccupati, le ultime stime OECD).

Una cosa è certa, i giovani oggi non sono più disposti a barattare la propria vita con il lavoro, hanno capito che il lavoro è solo una parte della vita e non rappresenta la sua totalità. Hanno compreso che non siamo ciò che facciamo e per questo preferiscono investire in tutte le aree della loro vita, negli aspetti che consentono un’armonizzazione tra benessere mentale e fisico, rapporto con la natura e con le persone, un mondo in cui i valori per cui vivere occupano un posto privilegiato e conducono alla scelta di aziende con altissima responsabilità Sociale di Impresa, dove il bilancio sociale è attivo e positivo, nelle organizzazioni che sanno riconoscere e valorizzare i talenti, nei gruppi aziendali e soprattutto nelle start up innovative in cui le relazioni siano basate su inclusione, rispetto, valorizzazione della diversità (generazionale e di genere, etnica etc. di classe sociale), poiché – nonostante la pandemia di cui hanno molto sofferto, si sentono cittadini del mondo. Il mondo è la loro casa.

L’Europa ha strutturato un patto per l’occupazione per ridurre il divario generazionale (Rapporto 2008). È strutturato in cinque aree, corrispondenti alle cosiddette “5P” dello sviluppo sostenibile proposte dall’Agenda 2030: Persone, Pianeta, Prosperità̀, Pace e Partnership.

Le imprese hanno l’urgenza di tradurre il nuovo mindset delle GenZ per attrarre e tenere i nuovi talenti, su un mercato globale in competizione e di scoprire come trasformare questo divario in Passaggio generazionale, attraverso l’arricchimento reciproco delle competenze di vita e lavoro tra giovani e anziani. Il tema del reverse mentoring e del passaggio generazionale, sarà centrale in questi anni. È solo da una dinamica di scambio e di reciprocità, che può nascere il valore e la ricchezza di team intergenerazionali integrati tra loro. Infatti, basti pensare, si legge nel libro, che durante la pandemia, chi ha avuto un giovane in casa, ha potuto scoprire i reali vantaggi di diverse generazioni a confronto, per sanare il digital divide, che affigge anche interi comparti dell’industria italiana. Saranno i natavi digitali ad accompagnare gli adulti e gli anziani in questa transizione.

“Del resto i giovani”, scrive Emanuela Megli, “sono la punta più avanzata della società rispetto al futuro, sono i più vicini al futuro, sono davanti agli anziani e non dietro e non valorizzarli, non ascoltarli, sarebbe come guidare un auto guardando solo nello specchietto retrovisore”.

Ingresso libero previa prenotazione al 3349845588.

Tagged