Il concerto “Se.Mediterraneo” chiude il Mare Magnum Festival

Cultura e Spettacolo Secondo Piano

Appuntamento questa sera alla Casina Municipale

FASANO – Sarà il potente concerto Se.Mediterraneo con archi, organetto e voci appulo albanesi a chiudere la terza edizione del Mare Magnum Festival questa sera, domenica 28 luglio, alle ore 21.00 presso la Casina Municipale a Selva di Fasano.

La musica come strumento di indagine, di dialogo, di contatto.
Claudio Prima nel progetto SE.ME. muove le sue composizioni con l’istinto del ricercatore, curioso e attento. Con lo sguardo rivolto, allo stesso tempo, fuori e dentro, per cogliere insieme le consonanze e le dissonanze del rapporto con il mondo. L’organetto e la voce respirano questa continua alternanza, aprendosi e chiudendosi all’aria che li sostiene.
Ad accompagnarlo in questo progetto un inedito quartetto d’archi di provenienza italo-albanese (Nevila Cobo, Merita Alimhillaj, Vera Longo, Shpetime Balla). La versione Se.Mediterraneo ospita due voci meravigliose, una salentina e una albanese, per aprirsi ad un repertorio di ispirazione mediterranea, con canti salentini, albanesi e di tutto il bacino del Mare che divide i due popoli, eppure li unisce: Rachele Andrioli, interprete eccezionale delle musiche del Sud del Mondo, protagonista prima con Officina Zoè, poi con Rocco Nigro, Adria e molti altri progetti, di importanti tournè internazionali e Meli Haideraj, voce albanese suggestiva e potente, membro dell’Orchestra Popolare di via Leuca, del progetto Skanderband e del quartetto di voci femminili Rosamarino. A scandire il ritmo di questo incontro la batteria e gli insert elettronici di Francesco Pellizzari, talentuoso batterista salentino del progetto Bija e della Giovane Orchestra del Salento.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *