Giornata internazionale per la promozione della lettura, il sindaco Zaccaria: «Leggere è la chiave della conoscenza»

Cultura e Spettacolo Secondo Piano

La giornata cade alla Vigilia del Dantedì, la celebrazione dedicata a Dante Alighieri

FASANO – «Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza» diceva Dante. E proprio nel segno del sommo poeta, di cui quest’anno ricorrono i 700 anni dell’anniversario della morte, la città di Fasano celebra la Giornata internazionale per la promozione della lettura che ricorre oggi, mercoledì 24 marzo. 

Una ricorrenza che quest’anno si arricchisce di un duplice significato. La giornata, infatti, cade, proprio alla vigilia del Dantedì che domani darà il via ufficialmente a tutte le celebrazioni in onore del vate della letteratura italiana. Anche Fasano onorerà questo appuntamento portando in scena la pièce teatrale “Dante raccontato ai ragazzi” di Giovanni Gentile con Barbara Grilli, curato dal Collettivo Prisma. Lo spettacolo, registrato nel teatro Sociale, sarà online sul canale YouTube Città di Fasano dal 25 al 27 marzo. 

«La lettura è la chiave per la conoscenza. Di questo assioma l’amministrazione, in questi anni, ha fatto un motto da tradurre in buone pratiche quotidiane – spiega il sindaco Francesco Zaccaria –. Basti pensare a tutte le iniziative realizzate in questo senso e alla ciliegina sulla torta che è rappresentata dalla biblioteca di comunità che è in fase di ultimazione nell’ala dei Portici delle Teresiane grazie al finanziamento regionale di 2 milioni di euro del programma SMARTinPuglia – Community Library». 

«Celebrare questa giornata non significa solo fare esercizio retorico sull’importanza della lettura – continua il primo cittadino – ma vuol dire mettere in pratica questa convinzione a beneficio di tutti noi e in particolar dei più giovani a cui tante iniziative si sono rivolte in questi anni. Penso ad esempio al festival Legalitria che si svolge con una partecipazione attiva degli studenti nell’approfondire e studiare testi, o ai tanti volumi acquistati e donati alle scuole in varie occasioni e alla recentissima ala della biblioteca dedicata ai testi per studenti con bisogni educativi speciali che farà di Fasano un punto di riferimento dei settore in tutta Italia grazie al prestito interbibliotecario. Su questa strada, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura guidato da Cinzia Caroli, che ringrazio per il constante entusiasmo profuso in questi anni, abbiamo intenzione di continuare con nuove iniziative, nella convinzione che amministrare non significa soltanto occuparsi della contingenza. Amministrare significa avere una enorme responsabilità proprio nei confronti delle nuove generazioni alle quali offriamo continui stimoli e spunti di riflessione che, ci auguriamo, possano contribuire a formare i cittadini del futuro».

Tagged