Con “Vent du nord” il cinema francofono approda al Mare Magnum Festival

Cultura e Spettacolo Secondo Piano

Il film è stato proiettato in lingua originale alla Casina municipale a Selva di Fasano

FASANO – Lavoro, sacrificio, obiettivo, desiderio, cambiamento. Elementi protagonisti di due storie, due vite parallele che, pur essendo così simili, non si incontreranno mai. Questo è Vent du nord, il film proiettato giovedì 25 luglio, nella splendida cornice della Casina Municipale a Selva di Fasano, in occasione del Mare Magnum Festival: scambi culturali internazionali di arte, cinema, teatro, letteratura, musica, poesia e fotografia, compagni di un viaggio attraverso i Paesi euromediterranei.

La magica atmosfera della serata silvana ha permesso agli spettatori di potersi immedesimare ed emozionare alla visione del film sotto le stelle.

Vent du Nord, dato alla luce dal regista tunisino Walid Mattar nel 2017, racconta di Hervè, operaio in una fabbrica di scarpe nel Nord della Francia che “approfitta” della delocalizzazione dello stabilimento per inseguire il suo sogno di diventare pescatore e trasmettere questa passione a suo figlio. La fabbrica, rilocalizzata nella periferia di Tunisi, assume Foued, un disoccupato che accetta il lavoro per curare la madre malata e, soprattutto, per conquistare la ragazza che ama. Le vite di Hervé e Foued si assomigliano, tanto da essere una sorta di riflesso, uno stesso percorso ma su due diversi binari, accomunati dalle numerose difficoltà che i due lavoratori dovranno affrontare tra ostacoli burocratici e professionali per raggiungere i loro scopi, condividendo la speranza di realizzarsi nonostante tutto.

La proiezione in lingua originale con sottotitoli in italiano, ha offerto la possibilità di apprezzare appieno il lavoro degli attori nell’interpretazione dei personaggi e il talento dello stesso regista. I dialoghi in francese e arabo (audio originale) hanno trasmesso, insieme all’intensità dei silenzi e alla profondità degli sguardi dei protagonisti, di sentirsi parte della storia, una vicenda molto vicina alla società e alla quotidianità economica di ogni Paese, dimostrando come nessuna distanza generi differenze.

L’evento ha simboleggiato la collaborazione del Mare Magnum Festival con il Franco Film di Roma, il festival internazionale di cinema dei Paesi francofoni. Un’iniziativa, ad ingresso gratuito, che ha incuriosito anche i tanti turisti villeggianti e di passaggio nella frazione collinare.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *